Roma, da Aquilani a Salah: la top 10 delle cessioni più care

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:53

Molte di esse sono state effettuate dalla proprietà americana

TOP 10 CESSIONI ROMA / “Un capolavoro di Monchi”, la prima cessione da quando c'è lui al comando della direzione sportiva è stata definita da molti così. Salah è stato venduto al Liverpool per 42 milioni più 8 di bonus. Bonus legati al raggiungimento da parte del club inglese e del calciatore di determinati obiettivi sportivi. Dati alla mano, se tutto dovesse andare come sperano a Trigoria, Salah porterebbe nelle casse della Roma ben 50 milioni di euro. Dopo l'acquisto di Moreno, il calciomercato Roma in uscito è partito subito col botto, complici anche gli accordi con la UEFA in merito di fair play finanziario. Quella dell'egiziano è la cessione più remunerativa della storia giallorossa ed ha scalzato dal gradino più alto del podio Pjanic, 'durato' solamente un anno.

Top 10 cessioni Roma: 'testacoda' Liverpool

Il 26enne bosniaco nella scorsa stagione si è legato alla Juventus fino al 2021 con un quinquennale da 4,5 milioni di euro all'anno. L'ex Lione ha portato nelle casse capitoline 32 milioni di euro. Subito dopo di lui c'è Marquinhos, costato al PSG una cifra che raggiunge i 31 milioni di euro. L'acquisto del centrale di difesa da parte del club francese rappresenta il quarto investimento più corposo mai visto nella storia del calciomercato per quanto riguarda i difensori centrali. Il terzo posto è occupato dal francese Lilian Thuram, pagato dalla Juventus 36.5 milioni di euro illo tempore.

Tornado alla Roma, al quarto posto di questa 'Top 10 cessioni' c'è Lamela, esterno offensivo che passò dalla Roma al Tottenham nell'ormai lontano 2013. Erick è costato al club inglese qualcosa come 30 milioni di euro. Nel contratto furono inseriti anche bonus per 5 mln di euro raggiungibili solo a certe condizioni. Poi, c'è Benatia, ceduto al Bayern nel 2014 per la cifra di 28 milioni. La cessione non fu presa bene all'epoca, dai tifosi giallorossi che avrebbero preferito restasse. Tuttavia, alcune divergenze di vedute sul rinnovo di contratto portarono alla separazione. Con la cessione dell'ex Udinese, Sabatini portò alla Roma Manolas, prelevato dall'Olympiacos per 13 milioni di euro.

Al sesto posto si piazza una vecchia conoscenza dell'ambiente giallorosso: Emerson, centrocampista brasiliano che, un po' come Pjanic, tradì la Roma per passare alla Juventus. 28 milioni di euro, anche per lui cifre da capogiro che gli consentono di piazzarsi sesto nella classifica delle cessioni illustri. Settimo posto assegnato ad Alessio Romagnoli, ragazzino che all'età di appena 20 anni ha sentito su di sé il carico delle responsabilità scaturito dall'acquisto del cartellino alla cifra di 25 milioni. Non solo, il Milan dovrà riconoscere il 30% della cifra alla Roma in caso di una ipotetica cessione futura. Un affare d'oro per James Pallotta che incassò tutti quei soldi senza alcuna spesa per il giocatore. Infatti, Romagnoli è un prodotto targato Roma. Cresciuto nelle giovanili e mandato in prestito, di tanto in tanto, a vari club di Serie A. 

L'ottava posizione è occupata da Walter Samuel, che passò nel 2004 dalla Roma al Real Madrid per 23 milioni di euro. Al giocatore andarono 3,7 milioni di euro per ben cinque anni. Un bel colpo. E pensare che in extremis era giunta anche una controproposta del Chelsea, disposto a versare ben trenta milioni. Tuttavia, l'affare si era già indirizzato a favore delle “merengues” che riuscirono a portarlo in Spagna. Al nono posto c'è Andrea Bertolacci, centrocampista passato dalla Roma al Milan nella scorsa stagione. 20 milioni di euro al club giallorosso. Il cerchio si chiude nuovamente con il Liverpool. Infatti, in decima posizione troviamo Alberto Aquilani, che dalla Roma passò ai Reds per 20 milioni di euro. Così, il centrocampista diventa il secondo giocatore più pagato dal Liverpool alla Roma, ovviamente dopo Salah.