Juventus-Real Madrid, Agnelli orgoglioso: “C’è chi sta peggio di noi”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:45

Il presidente bianconero dop la finle di Champions persa: “Ripartiamo con più cattiveria”

JUVENTUS REAL AGNELLI / Niente Triplete. La Juventus è stata sconfitta 4-1 dal Real Madrid in finale di Champions League, sporcando una stagione per il resto praticamente perfetta. “C'è orgoglio per percorso di 7 anni. Non posso che abbracciare tutti i ragazzi – ha detto il presidente bianconero Andrea Agnelli a 'Mediaset Premium' – C'è la consapevolezza che il prossimo anno si dovrà entrare in campo ancora più cattivi. Dentro di noi c'è la volontòà di migliorarsi anno dopo anno, settimana dopo settimana, giorno dopo giorno. Non è il mio compito commentare le mezz'ore o i 20 minuti, ma le annate. Quest'annata ci deve rendere orgogliosi, il finale ci deve dare ancora più cattiveria. Abbiamo magicamente ritrovato gli stimoli per l'anno prossimo. Ai ragazzi ho detto che bisogna ricominciare con la cattiveria di sempre. Questi sono i momenti in cui io devo esserci. Tutti quanti sanno che hanno il mio appoggio, da qui dobbiamo ripartire per la stagione prossima. Oggi, tutti quanti noi dobbiamo essere orgogliosi dei nostri ragazzi. Avremo qualche giorno di riflessione per valutare tutti assieme cosa andare a fare, con Marotta, Paratici, Nedved e Allegri. Valuteremo cosa dovremo fare l'anno prossimo per colmare questo gap, ma dico anche che se questi sono i problemi, c'è chi sta peggio di noi. Lo faremo con serenità perché non c'è motivo per non esserlo. Il mio pensiero ora va a chi è rimasto ferito in piazza San Carlo a Torino. Doveva essere una serata di gioia e lo è. Il mio auspicio è invitare a Kiev chi ha avuto questo inconveniente a Torino”.