Juventus-Real Madrid, Dani Alves: “Vincere è un’ossessione”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:04

Il brasiliano racconta come si sta preparando alla finale Champions

JUVENTUS REAL MADRID DANI ALVES / Altro che obiettivo: vincere per la Juventus è un'ossessione. A dirlo è Dani Alves in un'intervista a 'Player's Tribune' a pochi giorni dalla finale di Champions contro il Real Madrid: “Una volta che comincerà la partita troveremo il modo per vincere. Qui la vittoria non è un obiettivo ma un'ossessione”. Il brasiliano racconta anche del suo ambientamento a Torino: “E' stato come andarmene di nuovo di casa, come tornare a scuola. Ho sempre amato attaccare, qui conta soprattutto difendere. All'inizio volevo che i giocatori vedessero che rispettavo la loro filosofia e la loro storia. E una volta che avrei guadagnato il loro rispetto, avrei mostrato loro le mie virtù. Un giorno guardai verso il centrocampo e mi dissi: 'Vado o non vado?' e Buffon urlò: 'Attacca, attacca'. Al Barcellona giocavo a memoria, alla Juve è diverso. È la mentalità collettiva che ci ha portati alla finale di Champions”.

Inevitabile parlare di Dybala: “Credo che la vita sia come un cerchio. Non riesco a liberarmi di questi argentini: al Barcellona c'era Messi, qui Dybala. Questi geni mi seguono ovunque. In allenamento ho visto qualcosa in Dybala che prima avevo visto solo in Messi. Non è solo questione di talento. Ma il talento puro combinato con la volontà di conquistare il mondo”.