Calciomercato Milan, ‘giallo’ Kessié: i tifosi rievocano Cissokho

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:20

Frenata alle visite mediche del 19enne centrocampista ivoriano

CALCIOMERCATO MILAN KESSIE' CISSOKHO / Nella mattinata di ieri Franck Kessiè si è presentato presso la clinica 'La Madonnina' di Milano per sostenere le rituali visite mediche. Sembrava che stesse filando tutto liscio, ma dopo l'uscita del giocatore dalla struttura è emerso che in realtà durante i controlli sono stati riscontrati dei problemi a Kessié. Ufficialmente non si conosce di preciso la natura delle problematiche incontrate e che hanno rallentato il normale iter. Dalle indiscrezioni di calciomercato Milan trapelate, sembra che si tratti di un problema fisico non di grave entità, ma che comunque richiede ulteriori approfondimenti rispetto agli esami già svolti ieri mattina. Oggi pomeriggio, invece di effettuare i test di Milan Lab, il 19enne ivoriano si sottoporrà ad ulteriori controlli. Un supplemento di visite mediche, dunque.

Calciomercato Milan, cos'ha Kessié?

Il Milan vuole vederci chiaro in merito alle condizioni di Kessiè, anche perché si tratta di un colpo di calciomercato che costa ben 28 milioni di euro tra prestito oneroso biennale e obbligo di riscatto. Prima di arrivare alle firme è necessario svolgere ogni tipo di approfondimento, così da non avere alcun dubbio sull'investimento fortemente voluto da Marco Fassone e Massimiliano Mirabelli. Fino a quando non ci sarà l'ok dei medici, l'operazione non potrà essere conclusa ufficialmente.

Sui social network qualche tifoso ha già rievocato, anche ironicamente, quanto avvenuto nell'estate 2009. Ariedo Braida si presentò a Milano con Aly Cissokho, terzino sinistro francese per il quale era stato trovato l'accordo con il Porto a 15 milioni. Per finalizzare l'acquisto serviva completare visite mediche e test atletici. Durante i controlli emerse un problema ai denti del calciatore e il club rossonero si tirò indietro dal concludere l'affare. Come rivelò Cissokho stesso, in realtà il Milan avrebbe utilizzato una scusa per rivedere l'accordo con il Porto. Ma Silvio Berlusconi per quella sessione di mercato aveva stanziato 15 milioni di euro, che poi furono utilizzati per l'acquisto di Huntelaar.

Ovviamente il caso di Kessié non è paragonabile a quello di Cissokho, visto che si parla di effettivi problemi fisici e non di un Milan che intende rivedere l'intesa raggiunta con l'Atalanta. Semmai, eventualmente, il rischio potrebbe essere quello di andare incontro a un caso simile a quello riguardante Jonathan Biabiany, che nell'ultimo giorno del calciomercato 2014 stava svolgendo le visite mediche per il 'Diavolo' e poi tutto sfumò perché fu riscontrato un problema cardiaco all'esterno francese. Fatto che poi costrinse Adriano Galliani a trovare in fretta un'alternativa e così a Milanello approdò Giacomo Bonaventura. Ovviamente in casa rossonera si spera che Kessiè possa dimostrare di essere integro nei prossimi controlli e possa in seguito completare tutto l'iter che lo porterà alla firma del contratto e all'ufficializzazione del suo acquisto.