Calciomercato Inter, futuro Perisic: le ultime di CM.IT

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:44

L’esterno in odore di cessione, ma per ora le offerte di Chelsea e Manchester United non soddisfano il club nerazzurro

CALCIOMERCATO INTER PERISIC / Non solo Palacio e Juan Pablo Carrizo. Quella di ieri contro l'Udinese potrebbe essere stata l'ultima partita con la maglia dell'Inter per molti altri giocatori. In particolare per Ivan Perisic, autore di una grande partita condita da un gol e due assist (per un totale di 11 e 11 in tutta la stagione) e che all'uscita dal campo nel momento della sostituzione ha salutato in modo caloroso i tifosi interisti quasi a certificare il suo addio nella prossima sessione di calciomercato Inter. L'esterno croato è quello che la società nerazzurra potrebbe 'sacrificare' per mettere in ordine il bilancio in ottica Fair Play finanziario, potendo così dare il definitivo assalto a un big (Di Maria appare il prescelto) con maggiori margini di manovra.

Calciomercato Inter, respinta doppia offerta per Perisic. E Spalletti…

Secondo quanto raccolto in esclusiva dalla redazione di Calciomercato.it, la partenza del croato, nel mirino anche del Psg, è probabile ma non sicura per due motivi: primo, Luciano Spalletti – che in questa settimana verrà annunciato come nuovo allenatore – lo apprezza molto e può convincerlo a restare; secondo, per adesso Suning ha ricevuto due proposte dal Manchester United come pure dal Chelsea di 40 milioni di euro, proposte respinte perché ritenute inferiori rispetto alla valutazione che dà al classe '89 (cioè tra i 50 e i 60 milioni di euro) il quale a bilancio ha un valore approssimativo, considerato l'ammortamento, di 14 milioni.

Nella corsa all'ex Wolfsburg, pagato 20 milioni bonus compresi nell'estate 2015 e che finora in carriera ha cambiato squadra ogni due anni, va comunque messo il Manchester United davanti al Chelsea. José Mourinho si è mosso in anticipo rispetto a Conte – parlandoci di persona nel ritiro della Croazia lo scorso mese di marzo – e i 'Red Devils' sono pronti a garantirgli un ingaggio importante, si parla del doppio rispetto ai circa 3 milioni che guadagna adesso (quindi meno di Gabigol…). In caso di, ora remota, permanenza a Milano, l'Inter dovrebbe senz'altro mettersi a tavolino col suo entourage per prolungargli il contratto, che attualmente scade nel 2020, e aumentargli lo stipendio perlomeno fino ai circa 5 milioni di capitan Icardi