Calciomercato Napoli, De Laurentiis su Donnarumma per lo scudetto?

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:41

Il Napoli cerca l’erede di Reina. Il 18enne campano del Milan può essere la mossa giusta

CALCIOMERCATO NAPOLI DONNARUMMA MILAN / Se la chiamano “la città dei portieri”, un motivo ci sarà. Perché Castellammare di Stabia, 70mila abitanti a 30 chilometri da Napoli, al calcio e al calciomercato italiano di estremi difensori ha saputo regalarne tanti. Da Iezzo a Mirante, oggi i fratelli Donnarumma. Antonio, il primogenito della famiglia, fu apripista per Gianluigi, oggi in assoluto il protagonista della porta italiana. Esordio a 16 anni, due anni di titolarità già conquistati con la maglia del Milan. Non una qualsiasi. E il prossimo anno il primo approccio anche con l'Europa. Sempre al Milan? Questo il punto più interessante, perché il futuro di Donnarumma con i colori rossoneri oggi sembra tutto tranne che scontato. Il contratto scade nel 2018, il suo agente è Mino Raiola e già questo basterebbe a preoccupare i tifosi milanisti. “Non andrà via a zero”, ha promesso l'agente italo-olandese, ma nessuno dalle parti di Milanello tende a fidarsi. Sul ragazzo ci sono tutti i migliori club europei, dal Real Madrid al Manchester City, fino alla Juventus che ha sin da subito visto in lui il perfetto dopo-Buffon, ma per il momento le trattative per il rinnovo cominceranno. Le richieste, però, sono altissime: il Milan non vuole farsi prendere per la gola ed ha offerto al ragazzo, appena diciottenne, un rinnovo da oltre 3 milioni a stagione, lontani dai 5 chiesti proprio da Raiola per la permanenza.

Donnarumma in scadenza e Reina in bilico: il calciomercato Napoli ha bisogno di un portiere

In questo quadro complesso spunterebbe un altro pretendente. Aurelio De Laurentiis regalerebbe molto volentieri al calciomercato Napoli il ragazzo creato e cresciuto a pochi passi dalla città che ha riportato in questi anni fino alle più alte vette europee. In realtà, la storia tra gli azzurri e Donnarumma sarebbe potuta scoppiare sin dai tempi dell'ASD Napoli, la società sportiva dilettantistica della costiera, al confine con Gragnano, che ha visto Gianluigi formarso come portiere. Gli azzurri, però, in quanto a scouting non sempre eccellono e un talento del genere sfilò sotto il proprio naso. Adesso, quindi, sembra difficile arrivare a convincerlo di tornare a “casa sua”. Anche e soprattutto per i rapporti che corrono tra lo stesso presidente napoletano e Raiola: i due arrivarono allo scontro qualche stagione fa per la situazione relativa a Marek Hamsik, visto che l'agente avrebbe molto gradito il cambio di maglia dello slovacco. La valutazione di Donnarumma, nel frattempo, è schizzata fino a 70 milioni, una cifra spropositata e che potrebbe risentire anche del contratto in scadenza tra un anno; con offerte da 40 milioni si potrebbe cominciare a parlarne e magari sedersi ad un tavolo per non perdere nel 2018 il ragazzo libero di andare altrove. Donnarumma conosce già il San Paolo, ma il feeling coi concittadini, viste anche le frasi d'amore per il Milan in questi anni (“Sono al Milan perché sono un tifoso rossonero”), non è mai scattato, con anche i fischi presi dai sostenitori azzurri. La situazione relativa alla porta napoletana, però, adesso spaventa: Reina è in bilico, Rafael e Sepe sembrano avere già le valigie pronte, c'è da fare un investimento importante per consentire alla squadra un gran futuro. Si seguono tantissimi profili: Szczesny, Sirigu, anche Perin, portieri già formati e con molta esperienza alle spalle, ma anche elementi come Leno, MeretCragno, tutti giovnissimi che andrebbero provati e riprovati per giocare ad alti livelli. La pazza idea Donnarumma potrebbe quindi convincere tutti? Un anno fa De Laurentiis avrebbe sborsato fino a 70 milioni per convincere l'Inter a cedere Icardi, ma oggi con Milik e Mertens quel ruolo può considerarsi coperto. Con un investimento così (ed una Champions da giocare che può attrarre il calciatore) gli azzurri potrebbero davvero puntare allo Scudetto.

 

Gennaro Arpaia (Twitter: @gennarojenius9)