Cagliari-Milan, focus sui rossoblu: occhio al tridente d’attacco

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:26

L’analisi sulla squadra allenata da Massimo Rastelli

CAGLIARI MILAN NEWS – Il campionato di Serie A 2016/2017 è all'atto finale, nel weekend si disputerà l'ultima giornata. Domenica alle 15:00 presso lo stadio Sant'Elia si giocherà Cagliari-Milan, sfida tra due squadre che non hanno più nulla da chiedere alla propria stagione e che aspirano solamente a chiudere in bellezza. I sardi si sono salvati da un pezzo, dopo la promozione della scorsa annata. Mentre i rossoneri hanno conquistato il matematico accesso al preliminare di Europa League nell'ultima giornata. Da lunedì entrambe le società penseranno solamente al calciomercato.

Cagliari-Milan: l'analisi sulla compagine sarda

Il Cagliari è 13esimo in classifica con 44 punti e, vincendo, potrebbe al massimo aspirare all'11esimo posto se Udinese e Sassuolo perderanno nel prossimo turno. Nelle ultime otto giornate i rossoblu hanno vissuto di alti e bassi, alternando vittorie e sconfitte. Seguendo la serie di risultati ottenuti dalla squadra sarda, domenica sarebbe la volta del ritorno al successo, però il Mila ovviamente farà di tutto per conquistare gli ultimi 3 punti. I ragazzi di Massimo Rastelli sono reduci dal pesante k.o. per 6-2 sul campo del Sassuolo e hanno voglia di riscatto, perché l'umiliazione patita brucia. Di fronte al proprio pubblico del Sant'Elia la compagine di casa intende reagire.

Mister Rastelli si affiderà soprattutto al proprio tridente offensivo per fare male a una non impeccabile difesa del Milan. Il terminale offensivo sarà Marco Borriello, ex centravanti rossonero a cui non dispiacerebbe fare uno scherzetto al 'Diavolo'. Sono 16 i gol in campionato e 4 quelli in Coppa Italia per il 34enne bomber campano, pronto a ritoccare il suo bottino stagionale domenica. A supportarlo nel 4-3-2-1 rossoblu ci saranno Joao Pedro e Diego Farias, due giocatori dotati tecnicamente e abili negli inserimenti in area avversaria. Per caratteristiche possono creare parecchi problemi alla retroguardia di Montella. Hanno messo insieme 13 reti totali e dunque hanno anche un discreto feeling con la porta. Mancherà per squalifica Marco Sau, autore di 7 marcature, ed è un'assenza importante visto che si tratta di un titolare.

A centrocampo le chiavi saranno affidate al greco Panagiotis Tachtsidis, che in qualità di regista sarà il punto di riferimento del gioco e della manovra cagliaritana. Nella mediana rossoblu occhio ad Artur Ionita, moldavo classe 1990 dotato di buona tecnica e abilità negli inserimenti. Rastelli chiederà alla coppia di terzini Padoin-Murru un grande lavoro sia difensivo per contenere gli esterni del Milan e sia offensivo per supportare l'attacco.

Il Cagliari è una squadra che gioca un discreto calcio. Ha l'11esimo attacco della Serie A con 53 gol realizzati, ma subisce molto a livello difensivo e non a caso con 75 reti al passivo possiede la terzultima difesa del campionato. Rastelli ha nell'attacco le proprie armi migliori, ma la sua retroguardia concede parecchio e proprio su questo punterà il 'Diavolo'. Le ultime news Milan danno Montella intenzionato a ritornare al modulo 4-3-3 e può essere la soluzione più adatta per affrontare i sardi.