Calciomercato Napoli, Rafael e Sepe pronti alla cessione

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:41

I due portieri azzurri andranno via per giocare con continuità

Watch this video on YouTube.

CALCIOMERCATO NAPOLI SEPE RAFAEL / Non è un mistero. I prossimi problemi del calciomercato Napoli arriveranno dalle retrovie. Anzi, dalla porta. La questione portieri in casa azzurra è annosa e, con l'avanzare dell'età di Pepe Reina, la successione al posto dello spagnolo sembra più che mai difficoltosa. L'ex Liverpool è stato ed ancora è un tassello molto importante per Sarri: uomo in più nello spogliatoio, Reina si è conquistato la titolarità a suon di esperienza. Quelli che nel biennio Sarri sono stati alle sue spalle hanno avuto difficoltà. Lo scorso anno toccò a Gabriel, portiere in prestito dal Milan, l'unica presenza in mancanza di Pepe. Quest'anno, nelle poche occasioni arrivate, è stato Rafael a sostituire lo spagnolo. Ora però la situazione si complica, perché mentre il Napoli pensa al suo successore, tutto alle sue spalle potrebbe cambiare.

Rafael vuole restare in Europa, Sepe chiede chiarezza

Ieri, proprio ai microfoni di Calciomercato.it, l'agente di Rafael ha parlato di Napoli e del suo futuro. Il brasiliano, nonostante i pochi minuti giocati e quel briciolo di fiducia riposta da Sarri, cambierà molto probabilmente aria a fine stagione. Dopo un anno da protagonista (quando Reina si accasò al Bayern per una stagione), nel bene e nel male, a Rafael la panchina va stretta, soprattutto quando la carta d'identità recita 26 anni. Situazione identica anche per Luigi Sepe: il napoletano pensava di potersi giocare le sue carte nella città in cui è nato e con un allenatore che aveva già conosciuto altrove. Niente da fare: zero presenze in un anno che ha messo probabilmente la parola fine al suo legame con la squadra azzurra. Alla radio ufficiale, l'agente del ragazzo ha confermato le sensazioni sul suo futuro: “Sarebbe servita maggiore chiarezza da parte del Napoli, la gestione dei portieri quest'anno non è stata ottimale”. Le valigie sono già pronte.

Gennaro Arpaia