Caso+Maignan%2C+UFFICIALE%3A+squalifica+a+vita
calciomercatoit
/2024/01/22/caso-maignan-ufficiale-squalifica-a-vita/amp/
Notizie

Caso Maignan, UFFICIALE: squalifica a vita

Arriva la decisione dell’Udinese dopo il caso Maignan: squalifica a vita ed intanto il comunicato ufficiale fa scalpore

Il caso Maignan continua a far discutere. A prendere posizione questa volta è l’Udinese con il direttore generale Franco Collavino che ha parlato delle mosse del club dopo quanto accaduto durante il primo tempo della sfida con il Milan.

Maignan (LaPresse) – Calciomercato.it

Il dirigente ha annunciato che i responsabili degli insulti razzisti saranno banditi a vita dallo stadio. Collavino ha, infatti, affermato nel corso di 90° minuto: “Il Daspo ha una durata limitata, ma il club ha la possibilità di escludere un tifoso dallo stadio per un tempo maggiore. Lavoreremo per escluderli dallo stadio a vita”.

Le sue dichiarazioni quindi continuano: “I responsabili non possono che essere due o tre persone. Né arbitro, né procura hanno percepito cori: si tratta di due-tre sciagurati e ciò basta perché sia una cosa gravissima. Stiamo già guardando le immagini e ascoltando l’audio”.  Il dirigenti dei friulani ha anche espresso il proprio dispiacere a Maignan e rimarcato che “l’Udinese è sempre stata un esempio di società multietnica e multiculturale”.

Caso Maignan, il duro comunicato dei tifosi dell’Udinese

Se da una parte si registrano le parole di Collavino, dall’altra c’è la presa di posizione, altrettanto dura, del tifo organizzato del club friulano.

Franco Collavino (LaPresse) – Calciomercato.it

In particolare la Curva Nord Udine Amarcord ha voluto diramare un comunicato in cui viene messa in dubbio la veridicità di quanto accaduto: “Una cinquantina di telecamere, microfoni, forze dell’ordine, 25.000 persone allo stadio e l’unico ad aver sentito questi fantomatici cori razzisti è stato Maignan???”

Nella nota si attaccante anche il presidente della FIFA (“indignato dopo aver lucrato tutto sul calcio”) e quello del Coni: “Condanna il gesto che però non è stato verificato da nessuna forza dell’ordine o giudice sportivo”. E ancora: “Gente che condanna la nostra curva perché Tizio ha sentito al bar la mamma di Caio a cui la sorella di Sempronio gli ha detto che l’amico ha visto al tg che… Ma di cosa stiamo parlando? Come le pecore, in tv o nei social dicono una cosa e tutti ci credono?” Quindi la chiusura con la richiesta di prove “prima di diffamare una tifoseria, una gente, un popolo”.

Bruno De Santis

Nato nel 1979, giornalista professionista dal 2009. Il calcio prima di tutto: poco bravo con i piedi, un po' di più (si spera) con la penna.

Recent Posts

PAGELLE E TABELLINO VERONA-INTER 2-2: Suslov dispensa calcio, Barella superficiale

I giudizi di Calciomercato.it dei protagonisti e non della sfida andata in scena al Bentegodi…

3 minuti ago

DIRETTA Serie A, Lazio-Sassuolo 1-1 | Verona-Inter 2-2: triplice fischio LIVE

Si chiude la trentottesima giornata del campionato di Serie A con le gare tra Lazio-Sassuolo…

4 minuti ago

Frosinone, Marchizza tarantolato: in panchina esulta per il gol della Roma e trascina

Marchizza irrequieto in panchina, prima si scalda e poi guida l'esultanza dei compagni al gol…

52 minuti ago

Nuovo derby nella Capitale: Roma e Lazio si sfidano per il bomber

Roma e Lazio potrebbero presto entrare in rotta di collisione per l'acquisto del nuovo attaccante:…

1 ora ago

Il Napoli a Conte, l’annuncio UFFICIALE: succederà domani

Il Napoli deve decidere a breve il nome del nuovo allenatore, Conte in pole: arriva…

1 ora ago

Lo Stirpe e i telefoni sintonizzati su Empoli: Frosinone è un’altalena di emozioni

Allo Stirpe quante emozioni tra la partita con l'Udinese e gli aggiornamenti di Empoli-Roma Due…

1 ora ago