Breaking News
  • Stefano Antonelli su salvezza Siena
© Getty Images

Stefano Antonelli su salvezza Siena

Calciomercato.it ha intervistato l'attuale ds del club toscano

ESCLUSIVO ANTONELLI SIENA SU SALVEZZA E PAROLE PERINETTI / SIENA - Nonostante la vittoria contro il Pescara e due punti di vantaggio sul Genoa e Palermo (considerando gli scontri diretti, le lunghezze sarebbero poi tre), a Siena nessuno ha voluto festeggiare l'attuale posizione di 'salvezza'.
Stefano Antonelli, direttore del club toscano, ha infatti raccontato così, in esclusiva a Calciomercato.it, l'atmosfera che si respira tra i suoi giocatori: "Non riusciamo a vivere questo momento ancora con grande ottimismo perché in questa stagione abbiamo convissuto con punti di penalizzazione, squalificati e tante altre difficoltà.
Sappiamo poi che basta poco per perdere ancora punti e ritrovarci in un'altra posizione quindi attualmente non dobbiamo rilassarci".

PAROLE PERINETTI- A Palermo, invece, è cresciuta la rabbia per alcune decisioni arbitrali controverse.
E nel 'J'accuse' di Perinetti e Zamparini è stato nominato anche il Siena, reduce per l'attuale dirigente dei rosanero da un 'sabato fortunato': "Capisco il momento particolare, ma sto notando che a tutti noi è capitato di dover lamentare una o più situazioni.
Posso ricordare per esempio che solo pochi giorni fa non ci è stato concesso un rigore per un fallo su Bogdani contro il Parma nei minuti finali...
Nel calcio capitano queste situazioni, e noi abbiamo deciso di non lamentarci perchè l'errore è umano e non vogliamo crearci degli alibi".

CALENDARIO - Tra le squadre coinvolte nelle lotta per non retrocedere il Siena, che dovrà incontrare Roma, Fiorentina, Napoli e Milan, ha forse il calendario maggiormente in salita: "Dobbiamo ragionare partita per partita visto che ci attendono diverse gare difficili.
In ogni caso, dobbiamo mantenere altimissima la concentrazione".
E contro i giallorossi, i toscani ritroveranno Destro: "E' un predestinato, diventerà un campione assoluto e un giocatore importantissimo per i giallorossi.
Non ha mai avuto dubbi sul suo valore".

MERCATO DI GENNAIO ED EMEGHARA - E la concentrazione è aumentata dall'arrivo di Iachini: "Il nostro tecnico è stato molto bravo.
Noi abbiamo dovuto fare a gennaio delle cessioni per motivi economici, senza tuttavia smobilitare la rosa.
Qualcuno è andato via poi perché era alla fine del percorso soprattutto dal punto di vista motivazionale".
Il rinforzo decisivo è stato invece quello di Emeghara, finito sul taccuino di diverse società per le sue prestazioni e gol determinanti: "Confermo.
Su di lui ci sono società inglesi e tedesche.
Ora però dobbiamo lasciarlo tranquillo mentre il mio augurio è che lui possa mantenere questa concentrazione e rendimento fino al termine della stagione".

 

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)