Breaking News
© Getty Images

Franco Causio su Inter-Juventus

Calciomercato.it ha intervistato il 'Barone', ex di entrambe le formazioni che si fronteggeranno nel prossimo turno di campionato

INTER-JUVENTUS ESCLUSIVO CAUSI DERBY D'ITALIA / ROMA - Mancano pochi giorni al big match dello stadio 'San Siro' tra Inter e Juventus. Un derby d'Italia che non ha il sapore della sfida scudetto come in passato ma che comunque non perde il fascino del classico nostrano. Calciomercato.it ha parlato in esclusiva di questa gara con Franco Causio, ex centrocampista di entrambe le formazioni.

IL MATCH - "La Juventus è notevolmente maturata: lo scorso anno stritolava letteralmente gli avversari. Quest'anno invece ha imparato ad autogestirsi. E lo ha fatto grazie alla consapevolezza nei propri mezzi, ad una grande autostima che il tecnico è riuscito a trasmettergli. Ora gli bastano 10-20 minuti per annichilire l'avversario e per il resto della gara non fanno altro che gestire. Sono sicuramente più cinici perché sanno di essere forti. Quella con l'Inter sarà una gara aperta: c'è da tenere conto degli effetti della sosta e da verificare soprattutto lo stato dei vari giocatori che rientreranno dalle Nazionali. Molti avranno giusto il tempo di fare un allenamento e subito saranno di nuovo in campo. I nerazzurri hanno le loro chances di vincere, visto tra l'altro che nella gara di andata sono riusciti a battere i bianconeri allo 'Juventus Stadium'. Certo, gli manca un regista in mezzo al campo - che dovranno prendere durante il prossimo mercato - ed anche in avanti senza Milito, Stramaccioni non ha a disposizione una vera prima punta. Palacio e Cassano stanno comunque facendo bene. Ad oggi, ritengo che la Juventus parta con i favori del pronostico: non credo risentirà del ravvicinato impegno di Champions contro il Bayern perché, come dicevo, ormai sa gestirsi benissimo. Pronostico? X2. Uomini del match? Da una parte dico appunto Palacio, dall'altra Pirlo che è il vero motore e cervello della 'Vecchia Signora'".

MERCATO BIANCONERO - "Si parla tanto della necessità di prendere un top player in attacco ma io non ne vedo la necessità perché quelli nella rosa attuale, già sono dei top player. Vucinic è un punto fermo, gli altri ruotano - Conte in questo è bravissimo, non sbaglia mai - e mi sembra che facciano tutti molto bene quando sono chiamati in causa. Hanno già preso Llorente ma un altro arriverà in avanti dato che dubito che Bendtner e Anelka resteranno. Il massimo sarebbe Suarez, calciatore davvero importante, un sanguigno e capocannoniere della Premier. Si parla anche di Sanchez: conosco bene il cileno e penso che a Barcellona non stia giocando ai suoi livelli perché utilizzato fuori ruolo. Del resto quando hai Messi, tutti gli altri si devono adattare per poter scendere in campo".

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)

    Notizie   Milan   Crotone
    Crotone-Milan, Montella: "La Juve ha speso quanto noi. Romagnoli..."
    Crotone-Milan, Montella: "La Juve ha speso quanto noi. Romagnoli..."
    Il tecnico dei rossoneri ha parlato anche di Bonaventura
    Notizie   Napoli   Francia
    Champions League, Napoli-Nizza: le probabili formazioni
    Champions League, Napoli-Nizza: le probabili formazioni
    Stasera gli azzurri scenderanno in campo per l'accesso in Coppa
    Notizie   Milan   Juventus
    Milan, Bonucci: "Io come Pirlo. Allegri? Episodi già prima di Oporto"
    Milan, Bonucci: "Io come Pirlo. Allegri? Episodi già prima di Oporto"
    Il difensore spiega la scelta di lasciare la Juventus per accasarsi in rossonero
    Notizie   Juventus  
    Juventus, Higuain si scusa: "Ma sarà un anno fantastico"
    Juventus, Higuain si scusa: "Ma sarà un anno fantastico"
    Il 'Pipita' su Instagram dopo la sconfitta in Supercoppa con la Lazio
    Notizie   Napoli  
    Napoli, De Laurentiis: "Chiesa e Scudetto". La smentita UFFICIALE
    Napoli, De Laurentiis: "Chiesa e Scudetto". La smentita UFFICIALE
    Nessuna dichiarazione del presidente partenopeo. Questa la versione del club
    Notizie   Juventus   Lazio
    Juventus-Lazio, Allegri: "Siamo stati dei polli. Annata difficile"
    Juventus-Lazio, Allegri: "Siamo stati dei polli. Annata difficile"
    Il tecnico ha parlato al termine del match dell''Olimpico'
    Notizie   Juventus   Lazio
    Juventus-Lazio 2-3, che Supercoppa: Murgia regala il trofeo!
    Juventus-Lazio 2-3, che Supercoppa: Murgia regala il trofeo!
    Doppio vantaggio di Immobile, poi pareggio al 90esimo d Dybala fino alla gioia del giovane biancoceleste