Breaking News
  • Lo riconoscete?
© Getty Images

Lo riconoscete?

Nuovo viaggio alla scoperta di calciatori dimenticati dal grande pubblico

LO RICONOSCETE CALCIATORI DIMENTICATI / ROMA - La rubrica di Calciomercato.it vi racconta le storie di calciatori che, pur avendo lasciato un segno più o meno profondo nella storia di questo sport, per un motivo o per l'altro sono finiti nel dimenticatoio, lontani dai riflettori degli stadi e dalle luci della ribalta.

Forse oggi introduciamo uno dei calciatori più vincenti di questa rubrica: nel suo palmarès, infatti, vanta uno Scudetto Primavera, una Serie B, uno Scudetto, una Coppa Italia e una Coppa Mitropa.
Ha fatto parte del miglior Napoli di sempre, per poi andare a giocare con un rivale storico degli azzurri del calibro del Verona: è Giuseppe Volpecina.

Nato a Caserta nel 1961, Volpecina è un prodotto della Primavera napoletana (con cui solleva il Tricolore di categoria), che lo ha portato in Prima squadra nel 1979.
Tra l''80 e l''84 gioca a Palermo, e nelle successive due stagioni si completa a Pisa (dove vince un campionato di B e la Mitropa): finalmente, nel 1986, torna nella sua amata Napoli, ma qui milita appena una stagione, riuscendo comunque ad appropriarsi di Scudetto e Coppa nazionale.
Ormai Volpecina è un calciatore maturo, e trova porzioni di gloria negli anni successivi tra Verona, Fiorentina e Casertana, dove si ritira nel 1992.

E poi? Un ruolo da Direttore sportivo nella Mariano Keller, società calcistica giovanile.
Si becca anche una squalifica in seguito a una rissa nella finale del campionato regionale Allievi mini contro il Vico Equense: tira uno schiaffo a un avversario, viene squalificato per due anni.
Un ex calciatore ricordato forse solo dagli esperti del calcio anni '80, ma che in carriera si è tolto più di una soddisfazione.

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)