Breaking News
© Getty Images

Catania, Maran si racconta: "Devo tutto a Baldini. Europa? Ci credo"

Il tecnico degli etnei si racconta a 'La Gazzetta dello Sport'

CATANIA INTERVISTA MARAN / CATANIA - L'allenatore rivelazione della Serie A di quest'anno è senz'altro Rolando Maran, che con il suo Catania sta compiendo grandi cose.
Raggiunta la salvezza, il pensiero va inevitabilmente all'Europa.
Ecco alcuni estratti dell'intervista rilasciata a 'La Gazzetta dello Sport'.

MODELLI - "Chi mi ha forgiato? Silvio Baldini che fu il mio allenatore alla Carrarese e mi portò come secondo al Chievo e al Brescia; fu il primo a dirmi che avrei dovuto fare questo mestiere.
Da calciatore facevo l'allenatore in campo.
E i tecnici che ho avuto si arrabbiavano se non guidavo i compagni.
Ma l'ho fatto nei modi giusti".

ISOLA FELICE - "A Catania ho trova il massimo: un club modello e una squadra che mi segue.
Europa sogno o possibilità? La seconda.
Quante probabilità? Da 1 a 10 dico 10 perché un'occasione così non si deve perdere".

CUORISITA' - "Ho giocato anche a pallavolo, ma senza speranze, da grande mi sono appassionato allo sci.
La scuola? I professori mi rimproveravano la passione per il pallone.
Musica? Sono un fan degli U2, tre anni li ho visti a 'San Siro'".

 

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)