Breaking News
  • Serie A, la classifica dei ricavi: secondi in Europa! Ma gli stadi di proprieta'...
    © Getty Images

Serie A, la classifica dei ricavi: secondi in Europa! Ma gli stadi di proprieta'...

I numeri snocciolati dal prof. Franco Ascani potrebbero ridare speranza al nostro calcio

 

SERIE A CLASSIFICA RICAVI STADI PROPRIETA / ROMA - Una ricerca sul mercato dei diritti televisivi nel mondo del calcio dal titolo "Presente in chiaro, futuro criptato": questo è quanto ha presentato il prof.
Franco Ascani, in collaborazione e col patrocinio di FICST (Federazione Internazionale Cinema Sport Televisione).
I numeri rivitalizzano la Serie A a dispetto di risultati calcistici non entusiasmanti: la composizione dei ricavi delle principali leghe europee (con riferimento alla stagione 2011/12), mette l'Italia al secondo posto nel fatturato (1665 milioni di euro), di cui il 66% proviene dai diritti dei media, il 12% dai ricavi da stadio e il 22% da altre voci, come il commerciale.

 

L'analisi però boccia senza appello la percentuale dei ricavi da stadio: solo la Juventus vanta un impianto di proprietà.
La Premier League ha il 25% di ricavi da stadio, così come Bundesliga e Liga.
Male come la Serie A soltanto la Ligue 1: entrambe sono al 12%.
I ricavi dai media in Europa pongono in vetta Barcellona e Real Madrid (rispettivamente 178 e 159 milioni), piazzando al terzo, quarto e quinto posto Milan (141), Inter (138) e Juventus (132).

 

La società bianconera stravince nel confronto dei ricavi da diritti tv per la Serie A 2012/13: con 103,8 milioni di euro stacca di gran lunga Inter e Milan, seconde a quota 87,7.
Seguono Napoli (65,6), Roma (65,1) e Lazio (52,8), per un totale di tutte le squadre pari a 950 milioni di euro.

 

Insomma: le tv pagano profumatamente le società italiane, e se queste fossero coadiuvate da stadi di proprietà sarebbe verosimile il raggiungimento (e forse persino il superamento) delle più blasonate concorrenti Premier League, Liga e Bundesliga.
La risalita del nostro calcio, in fondo, passa soprattutto da qui...

 

M.T.

 

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)