Breaking News
  • LA TATTICA DEL MERCATO: Palermo, ecco Arevalo Rios
    © Getty Images

LA TATTICA DEL MERCATO: Palermo, ecco Arevalo Rios

Analisi dei protagonisti della calda estate del calciomercato

CALCIO TATTICA CALCIOMERCATO PALERMO ZAMPARINI SANNINO CLUB TIJUANA AREVALO RIOS / ROMA- Il nuovo Palermo di Giuseppe Sannino è in costruzione.
E' da definire il futuro di molte pedine importanti quali Balzaretti, Viviano, Miccoli e Migliaccio.
Per quanto riguarda quest'ultimo sembra ormai scontato l'addio e per cautelarsi il patron Maurizio Zamparini ha già bloccato il mediano uruguiano Egidio Arévalo Rios, proveniente dal Club Tijuana.

BIOGRAFIA - Egidio Raul Arévalo Rios nasce a Paysandù, in Uruguay, il 27 settembre del 1982.
Muove i primi passi calcistici nel Paysandù Bella Vista tra il 1999 ed il 2001, quando sbarca al Bella Vista, club di prima divisione uruguaiana.
A 19 anni si impone subito come titolare e disputa delle ottime annate fino al 2006, quando arriva la chiamata del Penarol, la squadra più importante dell'Uruguay.
L'impatto è stato molto positivo, tuttavia a fino anno Arévalo decide di provare l'avventura messicana venendo ingaggiato dal Monterrey.
Fino al 2011 vaga tra il Messico e l'Uruguay cambiando 3 casacche (Danubio, San Luis e di nuovo Penarol) prima di una fugace apparizione con i brasiliani del Botafogo.
Nel 2011 viene ingaggiato dal Club Tijuana, squadra messicana della quale diventa un perno inamovibile.
Grazie alle ottime prestazioni Arévalo debutta con la 'Celeste' nel 2007 sotto la gestione tecnica di Oscar Washington Tabarez, di cui diventa un pupillo.
Da allora ha collezionato 34 presenze prendendo parte alla fortunata spedizione di Sudafrica 2010 (conclusasi al 4° posto) e alla Coppa America 2011, vinta in Argentina.
In entrambe le competizioni Arévalo è stato titolare inamovibile del centrocampo uruguaiano.

CARATTERISTICHE TECNICO-TATTICHE - Egidio Arévalo Rios non è un centrocampista che ruba l'occhio, ma è sicuramente un giocatore efficace e molto utile.
Alto 1,68 per 68 kg, fisico compatto, baricentro basso, destro naturale.
Arévalo può vantare grandi capacità atletiche che lo aiutano a ricoprire il suo ruolo preferito, ovvero quello di mediano davanti alla difesa.
Infaticabile ruba palloni, non disdegna talvolta la costruzione del gioco (che non comunque il suo forte).
E' dotato di una buona tecnica individuale che lo porta ogni tanto a sfornare assist invitanti per i compagni.
La sua specialità però è l'interdizione a cui aggiunge uno spiccato senso della posizione.
In campo è molto disciplinato tatticamente, al punto che Tabarez (tecnico dell'Uruguay) lo schiera in qualsiasi situazione, preferendolo a giocatori più quotati come ad esempio Walter Gargano.

E' UN AFFARE PER IL PALERMO? - Si tratta sicuramente di un ottimo colpo della società rosanero.
La partenza quasi certa di Giulio Migliaccio ha aperto una voragine nel centrocampo palermitano che può essere riempita benissimo da Arévalo Rios.
Il 29enne uruguaiano infatti è perfetto per il modo di giocare di Giuseppe Sannino.
Il tecnico campano ama utilizzare due moduli: il 4-4-2 ed il 3-5-2, nei quali però non c'è spazio per un regista ma piuttosto per una coppia di mastini davanti alla difesa (a Siena erano Gazzi e Vergassola, a Varese toccava a Corti ed Osuji).
Arévalo è quindi perfetto per il modo di giocare di Sannino ed aggiunge valore alla mediana grazie alla sua esperienza internazionale dovuta al fatto di aver giocato da protagonista un mondiale ed una Coppa America.

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)