Breaking News
  • Sampdoria-Napoli, Gattuso e il mercato: "Vi svelo una battuta di De Laurentiis"
    © Getty Images

Sampdoria-Napoli, Gattuso e il mercato: "Vi svelo una battuta di De Laurentiis"

Le parole del tecnico azzurro alla vigilia del match valevole per la 22esima giornata di Serie A

SERIE A SAMPDORIA NAPOLI CONFERENZA GATTUSO / Gennaro Gattuso, tecnico del Napoli, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia del match con la Sampdoria: "Sono preoccupato, affrontiamo un grande allenatore, temo che me la possa incartare - le parole raccolte da Calciomercato.it - Ho detto la stessa cosa ai miei giocatori, ci sarà da battagliare".

MERCATO - "Sono contento, mi hanno messo a disposizione una squadra competitiva. Ora il presidente mi dice sempre 'hai voluto la bicicletta, ora pedala': ma sono contento, a me pedalare piace". 

INFORTUNI - "Fabian non si allena da quattro giorni, sta veramente male. Demme partirà da solo e non con la squadra, lo valuteremo domani. Koulibaly non è al 100%, Maksimovic sì. Mertens sarà dei nostri, così come Allan".

GAUCCI - "Da bambino mi ha fatto coronare il sogno di essere calciatore, voglio dedicargli un ricordo. Mando un abbraccio ai suoi figli, riposa in pace, big Luciano". 

JUVENTUS - "L'umiltà dei ragazzi mi ha colpito, abbiamo saputo soffrire sia con i bianconeri che con la Lazio.

I ragazzi devono capire che ora non conta solo palleggiare, ma essere su entrambe le fasi".

MOMENTO - "Vedo entusiasmo, ma questo non deve portarci a sottovalutare nulla. Lobotka titolare? Non voglio dare vantaggi agli avversari, facciamo già fatica a scoprire qualcosa degli altri con i nostri osservatori". 

SQUADRA - "I ragazzi hanno capito perchè chiediamo determinate cose, molti di loro il giochino che proviamo a fare lo hanno fatto per tre anni di fila con Sarri. Le idee sono simili". 

PANCHINA D'ORO - "Voto Mihajlovic, non per la malattia ma per i risultati che ha ottenuto nellì'ultimo anno". 

HYSAJ - "Per me sono importanti tutti, se voglio giocare di reparto lui è ovvio che da una vita fa ciò che stiamo chiedendo ora, potrebbe scrivere libri sulla linea a quattro". 

POLITANO - "Di Petagna non parlo, vedremo l'anno prossimo. Politano è stato un valore aggiunto per l'Inter, che non ha fatto andare il mio Milan in Champions e c'ho sbattuto la testa. Spero possa esserlo anche per noi, in questa settimana l'ho visto poco, è stato anche lui malato". 

OBIETTIVI - "L'obiettivo, per ora, restano i 40 punti per non rischiare nulla, ma se ci sono dei risultati favorevoli".

CALENDARIO - "Non esistono avversari semplici, la carta e la teoria non esistono: bisogna esserci con la testa. Ciò che abbiamo con Juve e Lazio resta, ora dobbiamo confermarci".

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)