Breaking News
  • PAGELLE E TABELLINO DI CAGLIARI-SAMPDORIA: Cerri fa sognare i rossoblù, Quagliarella è tornato
    © Getty Images

PAGELLE E TABELLINO DI CAGLIARI-SAMPDORIA: Cerri fa sognare i rossoblù, Quagliarella è tornato

Voti e giudizi della gara valida per la 14a giornata di Serie A

PAGELLE E TABELLINO CAGLIARI SAMPDORIA / Partita spettacolare fra rossoblù e blucerchiati, con i padroni di casa sotto di addirittura due gol prima di cominciare la rimonta trascinati da uno strepitoso Nainggolan, ancora a segno da fuori area. Quagliarella dall'altra parte è autore di una prestazione gigantesca, portando a tre le marcature della Sampdoria e provando a spegnere sul nascere i sentimenti di rivalsa rossoblù. A questo punto, come nei migliori film, entra in scena un altro protagonista del match: Joao Pedro. Il numero 10 segna due gol da attaccante di razza e riequilibra i conti. E' 3-3. Alla Sardegna Arena sembra tutto finito quando si giunge ormai in pieno recupero, ma è a quel punto che Maran gioca il suo asso nella manica dalla panchina, trovando una vittoria pirotecnica in rimonta grazie al neoentrato Cerri, che colpisce con la potenza da ariete il pallone messo in mezzo da un ottimo Pellegrini. Finisce 4-3 e il pubblico rossoblù può esplodere di gioia. 

 

CAGLIARI

Rafael 6,5 - Una super parata sull'acrobazia di Quagliarella nel primo tempo, poi deve capitolare tre volte ma senza colpe.

Faragò 6 - Comincia bene, impegnando anche Audero dalla distanza. Poi si spegne un po' però, anche perchè la Sampdoria preoccupa quando avanza.

Pisacane 5,5 - Soffre non poco gli inserimenti delle punte doriane. Serata non facile per lui.

Klavan 5,5 - Quagliarella è un cliente scomodo, specialmente in questa serata di grazia. Ci mette qualche pezza, ma che sofferenza.

Pellegrini Lu. 7 - E' il suo intervento su Gabbiadini a causare il rigore concesso alla Sampdoria e realizzato da Quagliarella. Ma nel corso della gara non smette di sgroppare sulla fascia arrivando spesso al cross. E infatti sforna due assist decisivi per Joao Pedro prima e Cerri dopo. 

Castro 5,5 - Si inserisce spesso senza palla, ma spreca troppo quando ne entra in possesso nei pressi dell'area ospite. Dal 57' Nandez 6 - Cuore e muscoli per dare maggiore forza e incisività al centrocampo rossoblù. 

Cigarini 5,5 - Le sue geometrie latitano, soprattutto nel primo tempo. Nella ripresa invece aumenta il ritmo.

Rog 6 - Dà tutto ed infatti esce stremato fra gli applausi del pubblico. Manca di lucidità al tiro però. Dall'84' Ionita s.v.

Nainggolan 7,5 - Suona la carica quando tutto sembrava perduto. E il Cagliari riesce a recuperare una gara che sembrava ormai persa. Segna un gol dei suoi, da casa sua. E poi regala a Joao Pedro una perla di assist per il 3-3. Indispensabile.

Joao Pedro 7,5 - Un po' spento sino a venti minuti dalla fine, poi però comincia il suo show. Due gol, di cui uno di tacco molto bello. Più rapinatore d'area che giocatore tecnico stasera. Ma determinante.

Simeone 5 - Ci entra poco nel vivo del gioco. Sempre isolato, si eclissa fra i difensori ospiti senza mai dire la sua. Dal 93' Cerri 7 - Un colpo di testa da vero ariete allo scadere, come nei sogni, regala al Cagliari 3 punti insperati e in rimonta. 

All. Maran 6 - Partita dai due volti quella del suo Cagliari, che fa gioco ma concretizza poco. Poi la sveglia e la carica suonate da Nainggolan e l'improvvisa incisività che per larghi tratti della gara era mancata. Merito anche dei suoi cambi però. 

 

SAMPDORIA

Audero 5,5 - Qualche responsabilità sul gol di Nainggolan che riapre tutto c'è.

Sugli altri due centri deve arrendersi senza colpe.

Thorsby 5 - Partita senza personalità la sua, come si evince già dall'unica discesa effettuata nella prima frazione in cui decide di scaricare palla sul vicino Vieira anziché mettere in mezzo. La ciliegina è la marcatura troppo leggera su uno dei gol di Joao Pedro.

Ferrari 5 - Nel finale è troppo staccato da Cerri in marcatura e gli concede quel metro fondamentale per uno stacco in solitaria. Che vale il 4-3 per il Cagliari.

Colley 5,5 - Bene fino al 73', poi va un po' in bambola anche lui sulla pressione dei padroni di casa.

Murru 6 - Sale poco, difende bene però. Ma senza andare oltre il compitino.

Ekdal 6,5 - Partita di sacrificio, corsa e di palloni recuperati. Tanti, davanti alla difesa. Un filtro importante per Ranieri. Dal 74' Linetty 5 - Surclassato dai centrocampisti del Cagliari, che non gli fanno vedere il pallone.

Vieira 5,5 - A tratti è persino dominante grazie al suo fisico prorompente. Poi però viene risucchiato anche lui dal vortice della mole di gioco messa in piedi dai giocatori sardi. E ci capisce poco.

Jankto 5 - Non si vede praticamente mai negli inserimenti. In ombra anche il suo lavoro in fase di interdizione.

Ramirez 7 - E' in un ottimo momento di forma e lo conferma col bel gol su assist di Quagliarella che illude Ranieri e i suoi compagni. La speranza per il futuro però è data dalla giusta posizione in campo in cui adesso opera: dietro le punte. Dal 77' Caprari s.v.

Gabbiadini 6 - Guadagna il calcio di rigore nel primo tempo, poi serve a Quagliarella il pallone del tris. Un po' lento nella gestione del contropiede. Dall'81' Rigoni s.v.

Quagliarella 8 - Due gol, di cui uno su rigore e l'altro da cineteca. E pensare che nel primo tempo Rafael è bravo a dirgli di no su una acrobazia da antologia. Sforna anche un assist per il raddoppio di Ramirez. E' tornato? Ranieri se lo augura.

All. Ranieri 5,5 - Una partita organizzata bene e giocata meglio, sino al black out degli ultimi venti minuti più recupero. Ok la stanchezza, ma in difesa passano palloni - e avversari - con facilità disarmante.

 

Arbitro: Aureliano 6 - Concede un rigore alla Sampdoria che c'è e poi si affida al Var per convalidare la rete di Ramirez a causa di una sospetta posizione irregolare che comunque non c'è. I giocatori del Cagliari protestano timidamente in due occasioni, ma nessun contatto in area doriana è meritevole della massima punizione. Compreso quello fra Thorsby e Joao Pedro nel primo tempo.

 

TABELLINO

Cagliari-Sampdoria 4-3

Cagliari (4-3-1-2): Rafael; Faragò, Pisacane, Klavan, Pellegrini Lu.; Castro (dal 57' Nandez), Cigarini, Rog (dall'84' Ionita); Nainggolan; Joao Pedro, Simeone (dal 93' Cerri). A disposizione: Walukiewicz, Mattiello, Lykogiannis, Pinna, Deiola, Oliva, Ragatzu, Aresti, Ciocci. All.: Maran.

Sampdoria (4-3-1-2): Audero; Thorsby, Ferrari, Colley, Murru; Ekdal (dal 74' Linetty), Vieira, Jankto; Ramirez; Gabbiadini (dall'81' Rigoni), Quagliarella. A disposizione: Regini, Augello, Murillo, Chabot, Maroni, Leris, Caprari, Seculin, Falcone. All.: Ranieri.

Arbitro: Gianluca Aureliano (Sez. di Bologna)

VAR: Rosario Abisso (Sez. di Palermo)

Ammoniti: 64' Nandez (C), 89' Faragò (C), 89' Colley (S), 98' Cerri (C)

Espulsi:

Marcatori: 38' e 70' Quagliarella (S) (rig.), 52' Ramirez (S), 69' Nainggolan (C), 74' e 77' Joao Pedro (C), 96' Cerri (C)

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)