Breaking News
  • Serie A, guerra al 'pezzotto': l'annuncio di De Siervo
    © Getty Images

Serie A, guerra al 'pezzotto': l'annuncio di De Siervo

L'a.d. della Lega ha parlato anche di razzismo

SERIE A DE SIERVO / Analizzando il momento del calcio italiano, Luigi De Siervo, amministratore delegato della Lega Serie A, ha rilasciato alcuni commenti: "Secondo me siamo alla fase finale di un'analisi profonda di quelle che sono le nostre difficoltà. Gli Stati Uniti, per i prossimi otto anni, rappresentano un pubblico da raggiungere per i Mondiali che ospiteranno. Porteremo il 4k negli stadi, renderemo lo stadio virtuale altrettanto bello quanto quello fisico. Lo scenario, in una logica di globalizzazione, è quello di andare a prendere nuovi pubblici - le sue parole a 'Radio anch'io Sport' - Razzismo? Abbiamo tre esempi virtuosi: dobbiamo dire grazie a Lotito, che si è scagliato contro i violenti. Dobbiamo ringraziare la Juve, che ha lavorato silenziosamente per consegnare alla giustizia dei criminali.

E ringraziamo la Roma per il Daspo al tifoso razzista. Bisogna individuare queli elementi radicati nelle curve. Campionato squilibrato? Tutte le squadre sono pesate nella quantità di anticipi e posticipi. Se avessimo mantenuto tutte le gare alle 15 della domenica, avremmo spento il nostro campionato. Fare anticipi alle 12 consente finestre privilegiate in Asia. Ci sono quattro grandi mercati a cui guardare, bisogna accettare le regole del gioco".

De Siervo ha analizzato anche il fenomeno della pirateria: "Molto deve essere ancora fatto: è inizata una battaglia lunga e faticosa contro il fenomeno del 'pezzotto'. E' uno strumento che deve essere combattuto con tutti gli strumenti possibili. L'obiettivo non è punire le persone singole. Quello che è successo negli ultimi mesi lo avete visto tutti, il fenomeno produce danni economici al nostro calcio".

 

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)