Breaking News
  • Juventus-Verona, Sarri: "In Italia c'è la fissa del turnover. Buffon e Dybala..."
    © Getty Images

Juventus-Verona, Sarri: "In Italia c'è la fissa del turnover. Buffon e Dybala..."

Il tecnico bianconero presenta la sfida con gli scaligeri

JUVENTUS VERONA SARRI CONFERENZA STAMPA/ Alla vigilia di Juventus-Verona, Maurizio Sarri, allenatore dei bianconeri, presenta la sfida dopo il pareggio esterno in casa dell'Atletico Madrid di Simeone.

Sul turnover: "Vediamo la situazione, perché dobbiamo preparare una partita con un solo allenamento, poi prendiamo le decisioni, se le rotazioni saranno ristrette o allargate per la fatica. In Italia abbiamo un po' la fissa del turnover, in Inghilterra le squadre giocano con 14 giocatori. In questo momento non è un discorso di cambiamenti, la squadra ha bisogno di consolidarsi e nella prima fase ci vogliono posizioni forti. Buffon e Dybala? Preferirei dirlo prima ai giocatori".

Sui ruoli dei giocatori: "Questa è la mia Juventus con caratteristiche molte diverse dalle altre mie squadre, così come lo era il Chelsea. Cercheremo di giocare un calcio con qualche idea, ma senza andare fuori dagli attributi dei giocatori".

Su Dybala: "Se non l'avessi visto pronto non l'avrei messo in un momento decisivo della partita. Probabilmente non è al top della condizione, ma è in grado di giocare e di darci una mano".

Su Bernardeschi: "Secondo me sarà più un centrocampista che un attaccante esterno, in questo caso ho più giocatori in mediana che sulla fascia, quindi ora è lì.

Finora non ha inciso, ma cercheremo di farlo crescere con una personalità in grado di fargli portare in campo quelle qualità che lui ha".

Sulla squadra: "Se hai tre figli non puoi pensare che diventino tutti maturi, ognuno ha il proprio percorso e così è per le squadre, ognuna ha le sue caratteristiche fisiche e tecniche. I ragazzi stanno già facendo, poi se lei pensa di vedere il Napoli, può darsi che non lo vedà mai".

Su Ronaldo: "L'ultima partita ha giocato un numero di palloni nettamente superiori alla media, con l'Atletico non è semplice arrivare il tiro e contro squadre di questo livello non è facile. Da lui ci aspettiamo sempre molto, la cosa eccezionale l'ha fatta al 94' purtroppo per un po' di sfortuna la palla è finita fuori, la mia sensazione è che possa ancora crescere".

Su Ramsey e Rabiot: "Negli ultimi tempi il gallese ha fatto dei passi in avanti, ed anche il francese e ci sarà spazio per entrambi in questo periodo. Chiaro che ci sono dei ruoli importanti, come quello di Matuidi, diventato bravo a leggere le situazioni offensive e difensive, però non bisogna dimenticare di due ragazzi arrivati da campionati differente. Se pensi che Platini ci ha messo 3 o 4 mesi, c'è ancora tempo".

La risposta di Bernardeschi: "E' esemplare, non può che unire. E' di unità di sentimenti, intenti e destinata alla coesione del popolo juventino".

Sull'inchiesta sulla tifoseria: "C'è la magistratura, la Juventus è in completo silenzio, e io seguo la linea della mia società".

Su Cuadrado: "E' un'opzione possibile avere lui terzino, e Danilo a sinistra. In questo momento se c'è da fare un sacrificio va fatto, speravo in un recupero di De Sciglio un po' più veloce".

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)