Breaking News
  • PAGELLE E TABELLINO DI FIORENTINA-NAPOLI: che Sottil!
    © Getty Images

PAGELLE E TABELLINO DI FIORENTINA-NAPOLI: che Sottil!

Voti e giudizi della gara valida per la prima giornata di Serie A

PAGELLE E TABELLINO DI FIORENTINA-NAPOLI / Partita bella e piena di capovolgimenti di fronte al Franchi di Firenze. Parte benissimo la Fiorentina con un Sottil spettacolare, poi il Napoli la riprende e nel secondo tempo riesce a sfangarla, nonostante qualche distrazione difensiva di troppo. Mertens-Insigne-Callejon da sogno, in casa viola tante belle sorprese ma anche una difesa su cui c'è parecchio da lavorare. 


FIORENTINA

Dragowski 5 - Rivedibilissima la (non) parata sul missile di Mertens che vale l'1-1, una sbavatura su una prestazione che fino a quel momento era stata di tutto rispetto. Male anche lui su almeno un paio di gol del Napoli, col primo che è praticamente tutto suo.

Lirola 5 - Non era al meglio e Insigne non è certo il miglior cliente quando la condizione fisica è questa qui. Spinge poco, viene travolto dal capitano avversario e raramente riesce a reagire. Da rivedere. 

Milenkovic 6 - Matita rossa - non blu - sul gol di Mertens, ma si riscatta alla grande con la frustata del 2-2. Uno stacco a sovrastare Koulibaly, che di testa non è per niente l'ultimo arrivato. Dietro è tutt'altra storia, ma lì è una questione di reparto. 

Pezzella 5 - La difesa della Fiorentina balla pericolosamente, prende 4 reti e sembra una barca alla deriva. Lui ne è il leader e sicuramente dovrà lavorare con Montella per registrare i movimenti. Stasera lì dietro male un po' tutti. 

Venuti 5 - Gioca dalla parte di Callejon ed è il lato da cui partono il gol numero 3 e numero 4 del Napoli. Il diagonale dello spagnolo lo trafigge fra le gambe, esponendolo a una gran brutta figura. Anche per lui non è certo il miglior battesimo possibile. 

Pulgar 7 - Preziosissimo per corsa e sostanza in mezzo al campo, dà una mano sul centro-destra dove Lirola viene lasciato un po' solo da Sottil. Sblocca la partita col rigore del vantaggio: freddissimo, all'esordio al Franchi era tutt'altro che scontato. La ciliegina su una prestazione di grandissimo spessore. 

Badelj 5,5 - Vertice basso del centrocampo di Montella, dei tre in mezzo è quello che più soffre l'iniziativa del reparto avanzato azzurro. Preso spesso d'infilata da Mertens e da Insigne. Dal 72' Benassi sv

Castrovilli 6,5 - Grande approccio per questo giovane e interessantissimo centrocampista in una stagione che potrebbe davvero consacrarlo. Cuce bene fra i reparti, si inserisce e dà qualità. Da tenere d'occhio. 

Chiesa 6 - Le accelerazioni sono quelle che conosciamo bene, il tiro da fuori fa sempre una gran paura. Ma va un po' a strappi, e anche questa purtroppo è una caratteristica che non gli è del tutto estranea. 

Vlahovic 6 - Si muove, fa peso e sgomita quando può. Finisce un po' fagocitato da Manolas e Koulibaly, ma si intravedono qualità importanti. Dal 61' Boateng 7 - Neanche il tempo di entrare e trova la rete del momentaneo 3-3 con un diagonale fantastico: un biglietto da visita niente male in un'avventura che parte con le migliori premesse. 

Sottil 7 - Devastante la prima per il figlio d'arte, che nella prima mezz'ora sembra indemoniato, semplicemente imprendibile. Sicuramente ancora molto acerbo, soprattutto nell'apporto alla fase passiva, ma se le premesse sono queste siamo di fronte a un gran bel giocatore. Dal 75' Ribery 6 - Quindici minuti e subito un'azione che fa discutere: era rigore o fuori area? In ogni caso era fallo. Primo pericolo apportato agli avversari italiani e uno stadio già tutto ai suoi piedi. Sarà un anno bellissimo). 

All. Montella 6 - Tantissimi spunti dalla sua nuova Fiorentina, che sembra la Cenerentola di quella Genoveffa vista lo scorso anno. C'è inesperienza, la fase difensiva è ancora un po' naif, un po' molto naif. Ma c'è tanto materiale da far crescere bene. 

 

NAPOLI 

Meret 5 - Non tanto sul rigore, che Pulgar calcia benissimo, ma su Milenkovic la sensazione è che si tuffi con un istante di ritardo, anzi due. Non perfetto anche sul 3-3 di Boateng. 

Di Lorenzo 6 - Una gara ordinata, se vogliamo anche un po' timida. Era la prima, ci può stare, anche perché tutto sommato non fa danni. 

Manolas 6 - Una partita che lascia già intravedere l'importanza che il centrale greco avrà in questa squadra.

Tappa i buchi con grande scelta di tempo, ha ottimo senso della posizione e self-confidence. Intesa con Koulibaly ancora da trovare, ma le premesse ci sono tutte. 

Koulibaly 5 - La Fiorentina gli fa l'effetto della kriptonite. Espulso dopo pochi minuti due anni fa, in una sfida cruciale, stasera è coinvolto direttamente nel secondo e nel terzo gol viola. Errori di approssimazione che non sono certo da lui, al netto di un paio di chiusure delle sue. Va smaltita la fatica della Coppa d'Africa, ma di sicuro bisogna fare uno step. 

Mario Rui 5,5 - Un confronto molto avvincente con Sottil, giocato sempre a viso aperto, con errori da ambo le parti ma anche con splendide prodezze di entrambi. Lui però ne esce sicuramente sconfitto. Dal 70' Ghoulam sv 

Allan 5 - Anche lui quest'estate ha dato tanto e ha riposato poco, e si vede. Corre spesso a vuoto, viene schiacciato dal centrocampo viola che, va detto, è organizzato decisamente meglio. Esce boccheggiando dopo 70 minuti: lo aspettiamo quando avrà una condizione migliore. Dal 70' Elmas 6,5 - Ottimo impatto sulla gara, 20 minuti per far capire che il vice-Allan è lui, e viste le condizioni del compagno con un po' di coraggio potrebbe scendere in campo anche a Torino. La faccia tosta non gli manca di certo. 

Zielinski 5 - Un po' ingenuo sul rigore, anche se lì l'applicazione del regolamento è un po' troppo ferrea. Si propone poco, subisce molto l'iniziativa dei centrocampisti avversari. Di certo non la sua migliore prestazione. 

Callejon 7,5  - Straordinario, come sempre, nel tenere molto più bloccato l'asse di sinistra della Fiorentina ma senza mai disdegnare la proiezione offensiva. Un gol - e che gol - e un bellissimo assist ad Insigne. In estate è sempre fra quelli che perderanno il posto, poi inizia il campionato e la risposta è sempre la stessa. 

Fabiàn 6 - Si muove fra le linee, dà una mano a centrocampo ma fatica a trovare la posizione giusta. Non sempre incide, anche se alcune giocate sono sopraffine, in linea con la sua ormai nota classe. 

Insigne 7,5 - Parte larghissimo e parte male, poi però sale in cattedra e dispensa il calcio che sa. Solito asse vincente con Mario Rui sulla sinistra, il rigore trasformato senza patemi, il tap-in di testa per il 4-3. Inizio col botto in una stagione che si annuncia come quella della consacrazione. 

Mertens 7,5 - Geniale e furbetto, con quel tracciante splendido per il pareggio e quel rigore malandrino che porta il Napoli avanti a fine primo tempo. Svaria tantissimo sul fronte offensivo, fa ammattire gli avversari, li tiene sempre sulla corda. Aspettando Icardi (?), aspettando Milik, aspettando Lozano, lo spettacolo per il momento è tutto suo, che ora è a quota 110 in maglia azzurra. Un totem, un personaggio storico. Dal 84' Hysaj 5,5 - Una manciata di minuti e un fallo pericolosissimo su Ribery. Non ci sta con la testa, quindi perché farlo entrare? 

All. Ancelotti 6 - Dalla cintola in su è un Napoli da strabuzzare gli occhi, un 4-1-fantasia che ricorda il suo miglior Milan. Ma la fase difensiva è assolutamente da rivedere: sarà anche la condizione approssimativa di alcuni interpreti, ma se davvero - come ha detto lui stesso - l'obiettivo è lo scudetto bisogna fare un enorme salto di qualità. 


Arbitro Massa 4 - Interpretazione fin troppo fiscale sul rigore di Zielinski: se quello è mani ne fischieranno parecchi, in questa stagione. Peggio ancora quello di Mertens: è il belga che inciampa su Castrovilli, ci sarebbero perfino gli estremi per la simulazione. E invece fischia, senza neppure ricorrere al VAR. Erroraccio anche su Ribery nel finale: non era rigore, ma il fallo c'era. Prestazione horror, da peggiore in campo. Chi ben comincia...  
 

Tabellino Fiorentina-Napoli 3-4

FIORENTINA (4-3-3): Dragowski; Lirola, Milenkovic, Pezzella, Venuti; Castrovilli, Pulgar, Badelj (dal 73' Benassi); Sottil (dal 77' Ribery), Vlahovic (dal 61' Boateng), Chiesa. All. Montella

NAPOLI (4-2-3-1): Meret; Di Lorenzo; Manolas; Koulibaly, Mario Rui (dal 70' Ghoulam); Allan (dal 70' Elmas); Zielinski; Callejon; Fabián Ruiz; Insigne; Mertens (dal 84' Hysaj). All. Ancelotti

MARCATORI: 8' rig. Pulgar (F), 38' Mertens (N), 41' rig. Insigne (N), 51' Milenkovic (F),  55' Callejon (N),  64' Boateng (F), 66' Insigne (N).

 

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)