Breaking News
  • Rivoluzione Milan, dal ds all'allenatore: corsa a due per il post Gattuso
    © Getty Images

Rivoluzione Milan, dal ds all'allenatore: corsa a due per il post Gattuso

Leonardo verso l'addio, Campos in pole per la sua eredità. Traballa anche Maldini, Jardim e non solo per la panchina

CALCIOMERCATO MILAN LEONARDO MALDINI GATTUSO / Champions o meno, in casa Milan sarà rivoluzione. L'ad Gazidis è pronto al ribaltone fin dalla prossima settimana. Verso l'addio ormai Leonardo, a causa delle troppe divergenze sul calciomercato e non solo proprio col dirigente sudafricano. Con lui, visto il forte legame, potrebbe salutare pure Paolo Maldini. Al posto del brasiliano dovrebbe arrivare il portoghese Campos, 'mago' delle plusvalenze che in questi anni ha fatto le fortune prima del Monaco e poi del Lille, club controllato di fatto dal fondo Elliott e dal quale non è escluso l'arrivo anche di un paio di giocatori. Nei giorni scorsi si è fatto il nome di Bamba, ma occhio pure al talento Pepe e al portiere Maignan, possibili successori di Suso e Donnarumma, a rischio 'sacrificio' in ottica Fair Play Finanziario

Calciomercato Milan, Jardim o Inzaghi per il dopo Gattuso. Per ora Allegri...

Capitolo allenatore, Gattuso potrebbe avere qualche chance di permanenza solo in caso di qualificazione all'Europa dei ricchi. In caso contrario, il divorzio sarebbe pressoché certo.

Chi al suo posto? Stando al 'Corriere dello Sport' si allunga l'ombra di Leonardo Jardim, il tecnico che ha vinto e poi salvato il Monaco dal baratro della retrocessione, che ovviamente Campos conosce molto bene oltre che probabilmente 'sponsorizzato' dall'amico e influente agente Jorge Mendes. L'alternativa al portoghese sarebbe Simone Inzaghi, che Lotito sta provando - per ora senza riuscirci - a blindare e che rappresenta anche una sorta di piano B, se non C, pure della Juventus. C'è poi la 'suggestione' Allegri. Gazidis avrebbe contattato l'ex tecnico, esonerato dai bianconeri, ma al momento è difficile ipotizzare un suo ritorno in rossonero considerato che il progetto tecnico sarà improntato su calciatori non di grande caratura, perlomeno nel presente, da valorizzare per poi sperare di vendere a cifre elevate per tenere in ordine il bilancio. Più lontana, infine, la candidatura di Eusebio Di Francesco, nel mirino della Fiorentina e dell'Atalanta per un eventuale post Montella e Gasperini. Quest'ultimo che ha raggiunto una intesa di massima con la Roma.

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)