Breaking News
  • Inter-Juventus, Spalletti: "Sul campo divario inferiore". Poi 'messaggio' a Suning
    © Getty Images

Inter-Juventus, Spalletti: "Sul campo divario inferiore". Poi 'messaggio' a Suning

Consueto appuntamento con i giornalisti alla vigilia del derby d'Italia contro i bianconeri di Allegri, freschi campioni d'Italia

INTER-JUVENTUS CONFERENZA STAMPA SPALLETTI DERBY D'ITALIA ICARDI PROBABILE FORMAZIONI DIRETTA - Dopo le parole di Allegri, è tempo di presentare il derby d'Italia Inter-Juventus per il rivale nerazzurro, Luciano Spalletti. Handanovic e compagni hanno tutta l'intezione di tenere a distanza le inseguitrici e battere gli storici rivali in un match sempre molto sentito da giocatori e tifosi. Calciomercato.it ha seguito in tempo reale le dichiarazioni del tecnico di Certaldo nella consueta conferenza stampa della vigilia.

POCHI GOL IN CASA - "E' solo una coincidenza. Cerchiamo sempre di mettere in pratica la nostra idea di calcio. Non solo la mia, ma anche quella dei calciatori che ascoltiamo".

LAUTARO - "Il calciatore ha messo in pratica quella che doveva essere la sua crescita naturale in base alle qualità che ha. Sicuramente è pronto per fare il titolare anche in futuro. Sa prendersi le responsabilità, perché poi qui ci vogliono calciatori con personalità. Se gioca domani? Non si dice, ho tutti a disposizione e tutti si sono allenati bene. Hanno passati una settimana connessa".

CHAMPIONS - "Ancora c'è da fare dei punti fondamentali. Ci sono ancora dei risultati importanti da portare a casa, in campionato c'è molto equilibrio e sono cresciute tante squadre che danno delle indicazioni su quello che è il comportamento, la serietà e la professionalità. Dare sempre il massimo fa poi la differenza.

Abbiamo ancora delle partite toste da giocare, quelle dietro le possono anche vincere tutte, per cui c'è da lavorare molto".

GAP CON LA JUVE - "Questa partita è sempre stata importante per il nostro calcio e si gioca tutto l'anno. Queste due squadre rappresentano un po' i poli opposti della passione calcistica, di conseguenza far bene diventa fondamentale dato che negli ultimi anni ci sono sempre stati davanti. Come si può ridurre il gap o addirittura interrompere il dominio della Juve? La differenza la può fare solo il gioco, il modo di stare in campo oltre che quello di andare a prendere dei grandi campioni. Questo ormai lo sanno tutti, però poi c'è da creare una struttura sul campo, un carattere di stare in campo che un po' lo fanno i singoli calciatori e un po' lo fanno le squadre. Un miglioramento di tutte le squadre servirebbe a diminuire questo dominio. Sotto questo aspetto io vedo un miglioramento nel nostro campionato, ci sono allenatori che danno molta importanza al modo di stare in campo della propria squadra".

BROZOVIC - "E' uno di quelli che fa molta strada e la fa in maniera corretta, ma di più: fa far strada al pallone. E' sempre connesso, prende informazioni continue dal pallone e attraverso esso dà sempre informazioni continue ai suoi compagni".

NAPOLI - "Essere riusciti ad avvicinarsi è qualcosa di qualitativo che si è fatto. L'ampio divario dalla Juventus, invece, crea un ragionamento differente. Sul campo, però, questa distanza non si è vista, per cui domani andremo a giocare questa partita con fiducia".

MORATTI - "Le parole di Moratti fanno sempre piacere perché è uno che vuole bene all'Inter. Leggo sempre ciò che dice, sia che dica a favore che al contrario. Non ha senso però il mio commento alle sue parole. Noi dobbiamo difendere l'Inter, comportarci bene e cercare il meglio per il futuro di questa squadra"

 

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)