Breaking News
  • Juventus, ESCLUSIVO Claudia Garcia: "E' un Ronaldo diverso, non tornerà al Real". Poi svela il futuro di Icardi e Marcelo
    © Getty Images
Esclusivo

Juventus, ESCLUSIVO Claudia Garcia: "E' un Ronaldo diverso, non tornerà al Real". Poi svela il futuro di Icardi e Marcelo

La giornalista portoghese ha parlato in esclusiva ai microfoni di Calciomercato.it

JUVENTUS ESCLUSIVA GARCIA RONALDO ICARDI / E' ancora negli occhi degli appassionati l'impresa di martedì sera della Juventus al cospetto dell'Atletico Madrid. Una notte magica per la 'Vecchia Signora', che è riuscita a ribaltare il 2-0 dell'andata grazie alla tripletta di un Cristiano Ronaldo in versione 'supereroe'. Trascinata dal fuoriclasse portoghese, la squadra di Massimiliano Allegri prosegue il cammino in Champions League con l'obiettivo di arrivare fino in fondo e riportare a Torino una Coppa che manca da ben 23 anni dalla bacheca bianconera. Per analizzare la prestazione di 'CR7' e il momento della Juventus la redazione di Calciomercato.it ha contattato in esclusiva Claudia Garcia, giornalista e collaboratrice di O Jogo, Tuttosport e Rai Sport: "Questo Ronaldo mi ha sorpreso, è più completo rispetto al giocatore visto a Madrid. Sulla falsariga di quello che vediamo in Nazionale. Fa sempre la differenza in campo, ma è anche leader nello spogliatoio e nel comportamento con i compagni. Al Real all'inizio non è stato facile, c'era più competizione e gelosia, la squadra non era unita come succede adesso a Torino. Qui è arrivato quasi come un Dio, i compagni lo esaltano come succede nel Portogallo dove non ci sono altri big come lui, anche se la Juve è una grande squadra con tanti campioni come ha dimostrato contro l'Atletico". Per tutte le ultime news sulla Juventus Clicca Qui.

Un 'CR7' diverso nella sua avventura italiana rispetto a quello ammirato in precedenza in Inghilterra e Spagna: "Al Real era ossessionato dal gol, dal segnare più degli altri attaccanti e dal confronto un po' irritante con Messi sui record - prosegue la Garcia - E questa competizione infinita ogni tanto lo rendeva nervoso come ha dimostrato in alcuni atteggiamenti. Alla Juve invece è diverso: è molto vicino ai compagni e ad esempio nelle punizioni concede spazio anche a Bernardeschi, Dybala e soprattutto Pjanic perché capisce che possono calciarle meglio di lui. E' più altruista in bianconero, un leader pure nello spogliatoio per come carica i compagni. A Madrid qualcuno dubitava del suo valore, mentre a Torino tutti hanno fiducia in lui. La squadra lo ha sostenuto alla perfezione con l'Atletico e lui ha ripagato il sacrificio della squadra con i tre gol che hanno qualificato la Juve".

Juventus, Claudia Garcia in esclusiva su Cristiano Ronaldo e la Champions

Il portoghese si è ambientato subito nel migliore dei modi a Torino e alle dipendenze di Allegri: "Ronaldo ha avuto tanti allenatori: Mourinho, Ancelotti, Ferguson, Zidane, oltre a quelli in Nazionale. E' chiaro che possa avere delle preferenze per uno o per l'altro, però con Allegri si trova molto bene. E' un tecnico che ha tanta esperienza e che ha già gestito tanti campioni alla Juve, raggiungendo sempre degli obiettivi importanti a fine stagione - sottolinea la giornalista portoghese ai nostri microfoni - Cristiano con Allegri sta facendo bene e continuerà a farlo nel migliore dei modi. In Serie A è più difficile far gol rispetto alla Liga: sapevo che avrebbe segnato meno, ma sarebbe stato così anche per Messi. Ronaldo alla Juventus è un giocatore completo perché, oltre ai gol, sta facendo anche tanti assist. Gioca molto per la squadra e questo un po' mi ha sorpreso. Preferisco questa versione di Cristiano rispetto a quella di Madrid".

Dopo la 'remuntada' di martedì, la Juventus torna ad essere una delle pretendenti più accreditate per la Champions: "I bianconeri possono ambire al successo finale, l'altra sera trascinata anche dal pubblico ha giocato una partita straordinaria eliminando un'altra favorita come l'Atletico. Eliminare una squadra come quella di Simeone è sempre difficile, anche Real e PSG sono fuori, però restano ancora in corsa delle grandi squadre e spesso la Champions si decide per questioni di dettagli - spiega la Garcia - Ma la Juve ha tutte le carte in regola per arrivare in fondo.

Non sarà comunque un fallimento se i bianconeri non riuscissero a vincere la Champions League e non lo sarebbe stato comunque se fossero stati eliminati dall'Atletico: Cristiano ha già portato tanto alla Juve, anche sul piano economico e commerciale".

Calciomercato Juventus, esclusivo Claudia Garcia: "Cristiano Ronaldo non tornerà al Real Madrid"

Claudia Garcia a Calciomercato.it esclude un ritorno di Ronaldo al Real dopo le parole di Zidane sul futuro del numero 7: "Non credo che tornerà a Madrid, anche perché se Florentino Perez lo avesse voluto trattenere non avrebbe abbassato la clausola rescissoria per il suo trasferimento a Torino. Il rapporto era ormai logoro e il presidente merengue ha adesso altri progetti. Florentino ha ceduto Cristiano non perché non lo ritenesse più all'altezza, ma perché un ciclo dopo un po' di tempo è destinato a finire. Zidane è tornato per cambiare e aprire un nuovo corso: le sue parole in conferenza serviranno per ricucire un po' il rapporto con il club, visto che Ronaldo è stato il miglior giocatore nella storia del Real Madrid. Cristiano ha vissuto al Real i migliori anni della sua carriera, magari in futuro tornerà a Madrid visto che è legato alla città, però non da giocatore anche se nel calcio tutto è possibile. Adesso è giusto che sia in Italia e che resti alla Juventus ancora per qualche anno, con l'obiettivo di continuare a vincere dei trofei importanti".

Calciomercato, da Marcelo a Ruben Dias: Claudia Garcia in esclusiva sugli obiettivi della Juventus

Con il ritorno di 'Zizou' al Real Madrid potrebbero esserci delle novità sul fronte Marcelo, nei radar della dirigenza della Continassa per la prossima estate: "Con Zidane è un po' più difficile, i due hanno un ottimo rapporto. Un possibile arrivo di Neymar potrebbe però cambiare nuovamente lo scenario: i due sarebbero incompatibili per Zidane sulla fascia sinistra, con il tecnico che chiederebbe a Perez un terzino più difensivo - dice la giornalista ai nostri microfoni - Qualche contatto, non so se diretto o meno, c'è stato con la Juventus, senza tralasciare il fatto che Marcelo è molto amico di Ronaldo. Dipende però dalla valutazione: a 30 milioni si può pensare di vederlo in bianconero, mentre se il Real chiedesse 60 milioni non credo assolutamente che arriverà a Torino".

In casa bianconera tiene banco il futuro di altri due brasiliani, Douglas Costa e Alex Sandro: "Sarà un'estate importante per loro, anche se finora non sono arrivate nel concreto offerte importanti. La Juventus potrebbe cederli solo di fronte a proposte economiche di un certo spessore, anche perché non sarebbe facile poi trovare dei sostituiti all'altezza a cifre contenute - chiosa la Garcia - Se la Juve decidesse di puntare forte su Chiesa allora Douglas potrebbe realmente lasciare Torino, anche se il giovane della Fiorentina ha un prezzo molto elevato".

Sul taccuino di Paratici trovano spazio pure due talenti in forza al Benfica: "La Juve è molto interessata a Ruben Dias, come l'Atletico, ma lui preferisce la squadra bianconera - rivela la giornalista portoghese in esclusiva - E' un guerriero e come caratteristiche somiglia un po' a Sergio Ramos. Può inquadrarsi perfettamente nella difesa della Juve alternandosi all'inizio con Chiellini e Bonucci, per poi diventare titolare più avanti. Joao Felix? E' un po' difficile adesso vederlo alla Juventus. E' molto giovane, non ancora pronto per giocare in un torneo come la Serie A, dove ci sarebbe il rischio di deludere le aspettative. In Portogallo è diverso e poi lui al Benfica gioca da seconda punta in un 4-4-2, modulo che non viene utilizzato alla Juve e in cui fatica a trovare spazio anche un campione come Dybala. A Joao Felix piacerebbe giocare con Cristiano Ronaldo in bianconero: non è impossibile, anche se difficile in questo momento".

Calciomercato Juventus e Inter, esclusivo Claudia Garcia: "Icardi compatibile con Ronaldo"

Infine, Claudia Garcia a Calciomercato.it si sofferma sui rumors in merito ad un eventuale approdo di Mauro Icardi alla Juventus: "L'argentino è compatibile con Ronaldo, è possibile vederli insieme, anche perché c'è stato un interesse l'anno scorso come ammesso anche da Paratici. Non sono sicura però che l'Inter lo lasci partire, anche perché Icardi si è un po' svalutato vista la situazione attuale. E poi in una squadra come la Juve o in un altra big d'Europa non avrebbe la stessa leadership tecnica. L'Inter ha preso una decisione forte per far vedere che le cose sono cambiate, però se l'avesse voluto vendere non credo che si sarebbe comportata in questo modo. Nessuno si aspettava tale scenario e questa reazione del giocatore, ma potrebbe anche restare in nerazzurro. Se Icardi volesse andare via dovranno negoziare la cessione, mentre se decidesse di restare cercheranno di ricucire il rapporto e magari potrebbe riavere la fascia: non certamente ora, ma tra un po' di tempo quando le cose si saranno sistemate".

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)