Breaking News
  • Calciomercato Juventus, Paratici: "Icardi, volevo scatenare un casino! Dybala migliorabile solo con Messi"
    © Getty Images

Calciomercato Juventus, Paratici: "Icardi, volevo scatenare un casino! Dybala migliorabile solo con Messi"

Il capo area sport bianconero sulle trattative più calde del club campione d'Italia

JUVENTUS PARATICI ICARDI RONALDO DYBALA / Da Cristiano Ronaldo ad Icardi, passando per il futuro di Dybala e le prossime mosse della Juventus. Fabio Paratici, in un'intervista a 'La Gazzetta dello Sport', svela tanti retroscena sul calciomercato bianconero delle ultime stagioni ad iniziare dalla scorsa estate: "Dopo aver parlato con Mendes facciamo una riunione e dico ad Agnelli che ci sono due modi per motivare la Juve. Uno non si può dire e l'altro è prendere Ronaldo. Il primo? Comprare Icardi e scatenare un casino incredibile. Ma non era il mio obiettivo". Per restare aggiornato con tutte le news CLICCA QUI.

RONALDO - "A livello economico Ronaldo si è ripagato da solo. Guardi i dati pubblicati dal Financial Times o quelli sulla impennata nel mondo dell'immagine Juve o, ancora, quelli sul merchandising. È stato un affare, non solo dal punto di vista tecnico".

DYBALA - "Paulo resta. I nostri giocatori, lo ripeto, sono difficilmente migliorabili. Dybala con chi è migliorabile? Messi forse, già con Neymar avrei dubbi. Quando guardi la squadra ci trovi sempre il segno di Dybala.

Dopo Ronaldo è stato il calciatore più difficile da comprare e di cui sono più orgoglioso".

ALLEGRI - "Ha portato una leggerezza che nel nostro mondo serviva. Conte aveva la juventinità - lavoro e voglia di vincere - nel suo DNA. Allegri invece ha assimilato la juventinità, ne ha presa molta. Lui è migliorato, ma allo stesso tempo ha portato a noi quella leggerezza che noi non avremmo avuto e non avevamo. Max è un uomo molto intelligente. Se resta? Certo".

DA RAMSEY A POGBA - "Ramsey è un giocatore diverso dai nostri. Uno che nella nostra rosa non c'è. Pogba? Con lui lo mettevi in conto: un anno resisti, due resisti, poi dopo succede. Tornerà? Nel calcio non si sa mai, però è molto difficile. Tonali? E' un ragazzo super, ha la serietà, la personalità. Credo che nessuno sia paragonabile a Pirlo: nei prossimi 35 anni non vedrò mai più uno bravo a giocare a calcio come Andrea. Romero? Siamo bene indirizzati. De Ligt? Sicuramente è uno dei giovani migliori che ci sono, quindi lo guardiamo con grande attenzione. James Rodriguez? E' certo un grande giocatore, ma bisogna vedere.E' difficile migliorare i nostri nel reparto d'attacco".

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)