Breaking News
  • Chelsea, ESCLUSIVO McLeman: "Sarri, due settimane per salvarsi. Higuain non al top"
    © Getty Images
Esclusivo

Chelsea, ESCLUSIVO McLeman: "Sarri, due settimane per salvarsi. Higuain non al top"

Il giornalista del Mirror, in esclusiva a Calciomercato.it, spiega il momento dei Blues

CHELSEA MCLEMAN SARRI HIGUAIN / La rivoluzione sarrista sbatte contro il muro del Manchester City e per Maurizio Sarri l'impatto potrebbe essere troppo duro da sopportare: il manager del Chelsea sente la sua panchina scricchiolare e con un presidente come Abramovich la certezza della conferma non può esserci. Troppi i sei gol presi contro Guardiola, troppo lontano il distacco dalla testa della Premier League e il sesto posto in classifica (fuori dalla zona Champions) non fa dormire sonni tranquilli all'ex Napoli. Sarri sul banco degli imputati e Calciomercato.it ne ha voluto parlare in esclusiva con Neil McLeman, giornalista inglese del 'Mirror': "Credo che il tecnico debba essere confermato ma con Abramovich non si sa mai: potrebbe anche arrivare l'esonero all'improvviso. Secondo me gli va dato altro tempo: è ancora in corsa in tre coppe e può sempre arrivare nei primi quattro posti. Le prossime due-tre settimane saranno fondamentali: ci sono le due gare di Europa League, la Fa Cup contro lo United, la finale di coppa di Lega con il Tottenham. Certo Sarri deve cambiare le cose velocemente: ha ancora un po' di tempo ma non può sbagliare". 

JORGINHO E KANTE - Anche perché le  critiche sono pesanti e riguardano soprattutto Jorginho e Kante: "Jorginho qui è un caso: ha iniziato bene, poi le altre squadre hanno capito che tutto il gioco passa da lui e lo hanno bloccato. Nella sua posizione giocava Kante che in quel ruolo ha vinto Premier e Mondiale. Sarri lo ha spostato a destra e non è lo stesso giocatore. Tutti dicono che deve cambiargli posizione.

Inoltre Sarri deve modificare il gioco: con il suo pressing contro il City è andato al massacro". 

ABRAMOVICH - Il problema però non è soltanto Sarri, anche la società ha le sue colpe: "Da due anni il club sbaglia il mercato: già l'ultimo anno di Conte fecero male e il tecnico si arrabbiò. Anche quest'estate non hanno fatto bene. A gennaio è arrivato Higuain: c'era bisogno di un attaccante come lui ma serviva in estate. Non è al top fisicamente, nel calcio inglese serve fare la differenza fisicamente. Abramovich vuole i risultati subito e la sua strategie finora ha funzionato: negli ultimi dieci anni il Chelsea ha vinto più di tutti, anche di United e City e soprattutto dell'Arsenal, questo è il paragone più importante. I Gunners hanno avuto Wenger per oltre 20 anni e negli ultimi dieci ha vinto poco: il Chelsea ha cambiato 4-5 allenatori ma ha vinto Premier, Champions ed altro. Questo tipo di strategia funziona: l'allenatore sa che il futuro è legato ai titoli. Il problema è che manca un progetto a lungo termine: nessun tecnico vuole i giovani ma soltanto calciatori pronti perché sanno che dopo 2-3 anni non saranno più qui".

Calciomercato Chelsea, futuro Sarri legato a Champions e coppe

FUTURO SARRI - Ed allora qual è il destino di Sarri? Vincere per restare al Chelsea: "Se vince una coppa e arriva quarto resterà, altrimenti... - pronostica Neil McLeman -. Il Chelsea in estate lo ha preso per cambiare strategia: finora hanno vinto con Mourinho e Conte, ma senza bel gioco. Poi hanno scelto chi non ha mai vinto ma ha fatto bel gioco. Il suo futuro resta una grande domanda". Ad Abramovich, ovviamente, la risposta...

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)