Breaking News
  • Napoli-Sassuolo, Ancelotti: "Non temo di perdere Allan. Razzismo? Protocollo non rispettato"
    © Getty Images
  • Napoli-Sassuolo, Ancelotti: "Non temo di perdere Allan. Razzismo? Protocollo non rispettato"
    © Getty Images

Napoli-Sassuolo, Ancelotti: "Non temo di perdere Allan. Razzismo? Protocollo non rispettato"

Le dichiarazioni della vigilia in conferenza stampa dell'allenatore azzurro

NAPOLI SASSUOLO ANCELOTTI / Si ritorna in campo dopo la pausa invernale. Carlo Ancelotti parla in conferenza stampa alla vigilia del match di Coppa Italia di domani sera del suo Napoli contro il Sassuolo.

"Quello del razzismo sembra sia un problema del Napoli, quando in realtà è un problema del calcio italiano. Nell'eventualità di altri cori razzisti noi chiediamo solamente l'interruzione temporanea della partita. Non è un problema nostro ma un grave problema sociale. Il Napoli ha vissuto questo momento a 'San Siro' che non è stato goliardico, quella sera c'è stato ben poco da ridere... Da lì s'è aperto un dibattito, tante contrapposizioni, noi non abbiamo alcuna pretesa ma c'è un regolamento ed un protocollo che non è stato rispettato con l'Inter. Noi vogliamo semplicemente che sia rispettato".

"Koulibaly domani gioca. Allan non sarà in campo perché ha avuto un permesso per restare due giorni in più in Brasile. La squadra da un punto di vista fisico e mentale sta molto bene. Ci teniamo molto a questa competizione. Insigne sicuramente ha margini di miglioramento. È tornato dalle vacanze molto motivato e domani giocherà. Non ci sarà neanche Ospina in porta, anche lui come Allan ha avuto un permesso.

Insieme ad Hamsik e Mertens ci sarà anche Albiol a casa, che ha un piccolo problema".

"Se temo di perdere Allan? No, non temo di perderlo. La volontà del club è di rimanere competitiva come negli ultimi anni. Questa società è destinata a crescere nel futuro. Abbiamo acquistato tanti giovani talenti nel mercato estivo".

"In Coppa abbiamo solo cinque partite, è una competizione corta e se la facciamo bene possiamo arrivare fino in fondo. Siamo tornati bene dalle vacanze e concentrati per domani. È la competizione più vicina da raggiungere in questo momento. Basta poco per arrivare in fondo o per uscire, bisogna essere sempre pronti perché non vogliamo andare a casa. È una delle due competizioni in cui siamo alla pari con tutti, dipende solo da noi. Il sostegno del pubblico diventa ancora più importante".

"Se Milik avesse giocato di più avrebbe fatto sicuramente più gol, ma non stiamo cercando quello ora. Stiamo gestendo con riguardo un calciatore che veniva da due anni di inattività e lo ricordiamo bene, magari in questa seconda parte di annata potrebbe avere meno riguardo da parte nostra. È un calciatore giovane che ha reagito molto bene, sta trovando condizione e fiducia, credo sia destinato a crescere in questa seconda parte di stagione".

Dall'inviato Gennaro Arpaia
 

Se vuoi essere aggiornato solamente sulle notizie di tuo interesse, è arrivata l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!

✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore
✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)