Breaking News
  • WhatsApp, occhio alla truffa PostePay: i dettagli
    © Getty Images

WhatsApp, occhio alla truffa PostePay: i dettagli

La frode gira anche per email e su Facebook

WHATSAPP TRUFFA POSTEPAY / Continuano ad essere tante, anzi tantissime le truffe su WhatsApp. L'ultima in ordine di tempo, che a onor del vero circola anche per email e su Facebook, mettendo nel mirino i possessori, assai numerosi, di carte PostePay.

I cyber criminali puntano naturalmente a impadronirsi dei dati di accesso al profilo web collegato alle carte ricaricabili delle Poste, in modo da poter rubare il denaro al malcapitato senza lasciare alcuna traccia.

WhatsApp, come funziona la truffa PostePay

La truffa ha come principio d'azione il semplice invio e dunque arrivo sul proprio WhatsApp di messaggi 'intimidatori', in cui con decisione e carattere d'urgenza vengono chiesti i dati d'accesso per risolvere un problema - che in realtà non c'è - alla propria carta/conto PostePay. Come non cadere nella trappola? Innanzitutto, bisogna diffidare dai presunti centri assistenza che si palesano sulle app di messaggistica senza che voi li abbiate contattati. In secondo luogo, mai e poi mai cliccare link presenti in messaggi sospetti, accedendo nel proprio profilo delle Poste solo tramite il sito ufficiale. Infine, mai comunicare le proprie credenziali via sms o attraverso, appunto, Whatsapp.

 

 

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)