Breaking News
  • Polonia-Italia, Bonucci: "Se non vinco, rosico. Barella uno dei pilastri del futuro"
    © Getty Images

Polonia-Italia, Bonucci: "Se non vinco, rosico. Barella uno dei pilastri del futuro"

Le parole del difensore centrale azzurro e della Juventus

POLONIA ITALIA CONFERENZA BONUCCI / Nella conferenza stampa a due giorni da Polonia-Italia, sfida decisiva per le sorti degli azzurri in Nations League, Leonardo Bonucci ha parlato della situazione difensiva della squadra guidata da Roberto Mancini: "Dobbiamo migliorare dal punto di vista tecnico. Contro l'Ucraina abbiamo concesso troppe ripartenze".

Sulla carenza di vittorie: "Alla Juventus mi sento bene perchè vinciamo, ma questa squadra sta crescendo, l'ho visto nella partita contro l'Ucraina. A me piace vincere e quando non succede, rosico (ride, ndr)".

Sulla Nations League: "E' un torneo che mette in palio partite da tre punti, ed è una cosa fondamentale per dare uno spirito diverso alle partite ed anche ai tifosi, con la speranza che affollino gli stadi".

Su Ventura: "Sono contento per il mister, ha un'altra occasione per dimostrare tutto il suo valore tecnico".

Sulla curva chiusa alla Juventus e il problema del razzismo: "Penso che il discorso sia molto più ampio rispetto a una semplice curva di uno stadio. Purtroppo viviamo ogni giorno problemi di razzismo nella nostra società e non verrà mai sconfitto.

Ma chi di dovere ha l'obbligo di prendere provvedimenti e sanzioni ben più dure". 

Vicenda Cristiano Ronaldo: "Cristiano è sereno e tranquillo, come lo è stato da quando è alla Juventus. Cristiano è un valore aggiunto dentro e fuori dal campo, ti stimola sempre a dare il meglio di te. Non puoi che ammirarlo e cercare di "rubare" i suoi segreti per migliorare personalmente".

Sulla partita di andata contro la Polonia: "Dovremo eliminare gli errori tecnici che gli hanno permesse di ripartite. Zielinski, Lewandowski, Piatek sono tutti giocatori che fanno la differenza e non dovremo concedergli spazi in campo aperto. Sarebbe bello segnare a Szczesny". 

Confronto Juventus-Italia: "La rosa della Juve ha grande esperienza, cosa che manca ancora nella nostra Nazionale. Arriverà solo attraverso partite contro grandi squadre"

Sulla situazione del calcio italiano: "Abbiamo vissuto il nostro punto zero un anno fa, contro la Svezia. Ora dobbiamo cercare di ripartite, attendiamo l'elezione di un nuovo presidente e nuove riforme. Servono regole ferree, la Viterbese che a me è tanto cara non ha ancora disputato una partita. Il nuovo presidente della Federazione dovrà attuare un progetto importante, per tutti noi. Ma abbiamo grande fiducia nel nuovo presidente". 

Infine, su Barella: "Nicolò lo vedo pronto, mi ha impressionato in questi primi mesi con il Cagliari. È già un leader e trascinatore del suo club e insieme a Bernardeschi sarà uno dei pilastri dell'Italia del futuro".

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)