Breaking News
  • Inter, Moratti: "Agnelli, mossa simpatica". Poi 'candida' Marotta
    © Getty Images

Inter, Moratti: "Agnelli, mossa simpatica". Poi 'candida' Marotta

L'ex patron parla del momento della squadra di Spalletti e della corsa scudetto

INTER MORATTI / Nei giorni scorsi Massimo Moratti ha rifiutato la candidatura alla presidenza della Federcalcio dopo la candidatura di Andrea Agnelli. L'ex patron dell'Inter ha spiegato la propria decisione: "Non mi è sembrato giusto accettare questa candidatura, spazzando via chi invece si era impegnato e aveva raccolto i voti (Gravina, ndr) - ha detto a 'RMC Sport' - Il rapporto con Agnelli è sempre stato civile e affettuoso, lo conosco da quando era ragazzo. Continuare con quella polemica era anche abbastanza noioso. È stata una cosa molto carina da parte sua e molto coraggiosa. Era un qualche cosa che poteva trovare il disaccordo da parte dei tifosi, invece è stata una mossa molto simpatica che credo possa cancellare le conseguenti arrabbiature dopo Calciopoli.

Rimane la vicenda, ma non rimane il rancore".

INTER E JUVENTUS - "Dopo le prime partite c’era sicuramente paura che il campionato potesse essere non all’altezza delle aspettative. Poi è arrivata la partita di Champions che ha ridato fiducia e ha rimesso inpista tutte le speranze dei tifosi e della società. L’Inter ha dimostrato di avere carattere. I giocatori ci sono: con umiltà e buon gioco, se riescono finalmente trovarlo, credo possano far bene. Con questa Juventus così forte è difficile puntare al campionato, ma devono crederci per far bene e finire dove può. La Juve? Vedo determinazione e una compattezza di squadra che può far prevedere grandi cose. Il Triplete è difficile prevederlo, ma essere lì per provare a fare qualcosa di simili è già buona cosa. La Juventus è fortissima".

ICARDI E MAROTTA - "Mauro è un capitano, ha imparato anche ad esserlo: dà fiducia agli altri, è protettivo nei confronti dei compagni e segna tanti gol. Stimo e apprezzo molto Marotta, è una persona equilibrata e che sa far bene il proprio mestiere. Lo apprezzerei molto all’Inter".

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)