Breaking News
  • Da Mandragora a Zanellato: plusvalenza o occasione? I giovani dopo l'addio alle big
    © Getty Images
Esclusivo

Da Mandragora a Zanellato: plusvalenza o occasione? I giovani dopo l'addio alle big

Sguardo alle statistiche dei baby ceduti da Inter, Juventus, Milan e Roma

SERIE A CESSIONI GIOVANI / E' stato il calciomercato di Cristiano Ronaldo alla Juventus ma anche quello delle tante cessioni dei giovani talenti da parte delle big: non più prestiti per crescere, ma addii anche per fare cassa e sistemare i bilanci. Trattative nate per mere questioni economiche o occasione da cogliere per il definitivo salto di qualità? Da Radu, passato dall'Inter al Genoa, a Tumminello che ha salutato la Roma per abbracciare la maglia nerazzurra dell'Atalanta e crescere agli ordini di Gian Piero Gasperini: Calciomercato.it ha voluto gettare uno sguardo proprio a quei giovani ceduti a titolo definitivo (spesso con recompra) dalle big del nostro campionato. Qual è stato il loro rendimento in questi primi due mesi di stagione? Quanto e come hanno giocato finora? Un dato salta agli occhi: in questo elenco di giovani di titolari non ce ne sono, salvo qualche eccezione. Una risponde al nome di Rolando Mandragora con il fardello dei venti milioni sborsati dall'Udinese alla Juventus per acquistarlo (plusvalenza di 14,7 milioni di euro per i piemontesi e diritto di riacquisto fissato a 26 milioni): l'ex Crotone è un titolare fisso di Velazquez, anche con un buon rendimento, ma il suo avvio di stagione è stato 'macchiato' dalla squalifica per bestemmia. Ha conquistato un posto nell'undici titolare anche Radu, ceduto dall'Inter al Genoa: schierato dal primo minuto nelle ultime tre giornate di campionato, ha alternato buone parate a qualche incertezza.

Magnani (Juventus-Sassuolo) e Calabresi (Roma-Bologna) hanno trovato un po' di spazio, mentre è curioso il caso Nicolò Zaniolo: debutto da titolare con la Roma nella sfida contro il Real Madrid al Bernabeu, poi altre due presenze a gara in corso (una in campionato, una in Champions). Non hanno avuto finora fortuna, invece, calciatori come Bettella (Inter-Atalanta) e Odgaard (Inter-Sassuolo): per loro c'è ancora lo 0 alla voce presenze in stagione.

Serie A, da Zaniolo a Mandragora: statistiche sui giovani ceduti dalle big

Ecco un quadro con le presenze dei giovani calciatori ceduti a titolo definitivo da Inter, Juventus, Roma e Milan: 

INTER

Bettella (Atalanta) – 0 presenze

Radu (Genoa) – 3 presenze in Serie A; 

Valietti (Genoa, prestito al Crotone) – 0 presenze

Odgaard (Sassuolo) – 0 presenze

Carraro (Atalanta, in prestito al Foggia) – 7 presenze in campionato; 1 presenza in Coppa Italia

Zaniolo (Roma) – 1 presenza in Serie A; 2 presenze in Champions

Puscas (Palermo) – 3 presenze in Serie B

Manaj (Albacete) – 4 presenze (3 gol) in Liga 2; 1 presenza in coppa del Re

JUVENTUS

Mandragora (Udinese) – 7 presenze in Serie A; 1 presenza in coppa Italia

Magnani (Sassuolo) – 5 presenze in Serie A; 1 presenza in coppa Italia

Tello (Benevento) – 5 presenze (1 gol) in Serie B; 1 presenza in coppa Italia

MILAN

Zanellato (Crotone) – 1 presenza in coppa Italia

ROMA

Tumminello (Atalanta) – 1 presenza in Serie A; 1 presenza in coppa Italia; 1 presenza nei preliminari di Europa League

Machin (Pescara) – 5 presenze in Serie B (1 gol); 2 presenze in coppa Italia

Calabresi (Bologna) – 4 presenze in Serie A; 1 presenza in coppa Italia

 

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)