Breaking News
  • Inter, Martinez: "Milan, so cos'è un derby". Poi l'aneddoto Champions
    © Getty Images

Inter, Martinez: "Milan, so cos'è un derby". Poi l'aneddoto Champions

E' il giorno delle prime parole ufficiali da nerazzurro per l'attaccante argentino arrivato alla corte di Luciano Spalletti

INTER LAUTARO MARTINEZ PRESENTAZIONE CONFERENZA STAMPA SPALLETTI - Presentazione ufficiale per Lautaro Martinez, il nuovo attaccante dell'Inter arrivato nelle scorse settimane alla corte di Luciano Spalletti dal Racing Club de Avellaneda. Un investimento importante per il futuro, vista la giovanissima età dell'argentino, ma anche per il presente. Ma il 20enne bomber non ha paura e lo dimostra anche la scelta della maglia numero 10. Calciomercato.it ha seguito la conferenza stampa in diretta.

"Non mi pesa per niente la maglia numero 10, la usavo già nel Racing. Quando sono arrivato all'Inter ho chiesto se era disponibile e mi hanno detto di sì. Sono molto felice di portarla. I compagni mi hanno accolto al meglio. Siamo un grande gruppo e stiamo lavorando con impegno e concentrazione con l'allenatore per centrare i nostri obiettivi. Da bambino mi ispiravo a Radamel Falcao. Sin dalla prima volta che l'Inter è venuta a Buenos Aires per parlarmi del progetto, io ho amato l'idea sin dall'inizio e questo ha influito sulla mia decisione. Real, Atletico Madrid e Borussia Dortmund? Ci sono stati contatti con il mio club in Argentina, ma quando è arrivato l'Inter non ho avuto dubbi.

E poi c'era Milito che mi ha parlato di cosa vuol dire l'Inter e mi ha consigliato. So che Diego ha fatto tanto qui e a me non resta che fare il meglio per seguire le sue orme: adesso tocca a me fare altrettanto. Mi sentivo pronto per la Nazionale, ma il ct non mi ha convocato: ovviamente ci sono solo 23 posti per i Mondiali e sapevo che chi gioca in Europa è avvantaggiato. Sono qui per migliorarmi ogni giorno ed ho la possibilità di farlo in una grande squadra. Icardi? Con Mauro eravamo in contatto da prima che arrivassi a Milano, è stato molto carino e lo ringrazio per l'aiuto. Voglio conquistare un posto da titolare in questa squadra e dare il massimo. Spalletti? Ha un'idea chiarissima in mente e quindi dobbiamo allenarci al meglio per fare quello che ci chiede. Ricordo che stavo andando in Brasile per la Coppa Libertadores. Alla partenza l'Inter stava perdendo 1-0, poi quando siamo atterrati ho visto che aveva vinto la partita (con la Lazio, ndr) che le ha permesso di andare in Champions. Per me è un sogno giocarla. Ho scritto Lautaro sulla maglia perché è meno frequente rispetto a Martinez. Il soprannome di 'Toro' me lo ha dato un compagno del Racing in Argentina e me lo tengo. Milan? So che vuol dire giocare un derby tra due squadre rivali da sempre. So che qui troverò le stesse emozioni a giocare una stracittadina".

Calciomercato.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre ultime notizie seguici qui

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)