Breaking News
  • Juventus, Perin: "Fantastico giocare con Ronaldo. Parto dietro Szczesny"
    © Getty Images

Juventus, Perin: "Fantastico giocare con Ronaldo. Parto dietro Szczesny"

La presentazione del nuovo portiere bianconero

JUVENTUS CONFERENZA PERIN / Conferenza stampa di presentazione per Mattia Perin: il neo portiere della Juventus ha risposto alle domande dei giornalisti in conferenza. Ovvio il riferimento all'acquisto di Ronaldo ma l'ex Genoa ha parlato anche della sfida con Szczesny per il posto da numero uno e della Nazionale. 

JUVENTUS - "Sono passato per un percorso tortuoso prima di arrivare in una grande squadra: sono nel club più importante d'Italia e uno dei primi 4-5 d'Europa. Non mi sento arrivato, voglio migliorare, lavorare sui miei difetti". 

BUFFON - "E' una persona molto competitiva, gli piacciono le sfide: solo un campione poteva permettersi di accettare a 40 anni questa sfida". 

SZCZESNY - "So che parto svantaggiato ma questa sorta di competizione farà bene a tutti e due. Lui lo scorso anno ha fatto grandi partite e si è meritato l'opportunità di sostituire Buffon. Io lavorerò, darò il meglio e poi queste non sono decisioni che spettano a me. Voglio dimostrare il mio valore". 

ALTRE POSSIBILITA' - "Ho parlato con 3-4 società ma non è corretto fare i nomi.

Credo di aver fatto la scelta migliore: la Juventus non è un treno che passa due volte". 

RONALDO - "La notizia mi ha colpito, è il migliore al mondo, potermi allenare con lui, poter impare da lui sarà un plus per noi, per i giocatori e per la Serie A. Il suo arrivo nel gruppo lo stiamo vivendo con tranquillità. Arriva un grande campione, che ci può dare una mano: siamo contenti non serve dire altro. Lo vedevo come un affare possibile perché la juve è nella fascia del Real Madrid, Barcellona e Bayern Monaco. Se doveva lasciare Madrid, pensavo che la più probabile fosse la Juventus e così è stato".  

VOGLIA DI CHAMPIONS - "Mi sono fatto un'idea: sia importantissimo confermarsi in Italia e poi l'oibiettivo Champions non è nascosto. e' difficile, è una strada piena di insidia, ma noi vogliamo raggiungere. Manca dal 1996 e una società come questa ha bisogno di tornare a vincere la Champions League". 

NAZIONALE - "E' ovvio che penso alla Nazionale e anche lì c'è molta competitività. Poi Buffon giocherà la Champions con il Psg e se dimostra di essere il campione degli anni scorsi potrebbe anche tornare". 

INFORTUNI - "Sono arrivato a pensare che senza gli infortuni non sarei arrivato qui. Mi hanno reso una persona migliore, passare attraverso la sofferenza mi ha dato equilibrio e mi ha fatto diventare uomo". 

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)