Breaking News
  • FIGC, indagine DDA: deferiti Reina, Paolo Cannavaro e Aronica
    © Getty Images

FIGC, indagine DDA: deferiti Reina, Paolo Cannavaro e Aronica

Provvedimenti anche per Napoli, Sassuolo e Palermo

INDAGINE NAPOLI REINA / La Procura federale - riporta il sito ufficiale della FICG - ha deferito Pepe Reina, Paolo Cannavaro e Salvatore Aronica, oltre alle società di appartenenza all'epoca dei fatti ovvero rispettivamente Napoli, Sassuolo e Palermo, in seguito a una indagine della DDA di Napoli.

Queste le motivazioni del Procuratore federale e del Procuratore federale aggiunto dopo aver esaminato gli atti e completato l'attività istruttoria in sede disciplinare:

Paolo Cannavaro, per avere intrattenuto sin dall’anno 2009 e continuato ad intrattenere, a tutt'oggi, inopportune ed assidue frequentazioni con Esposito Gabriele, pregiudicato, Esposito Francesco ed Esposito Giuseppe, titolari di fatto dell’agenzia di scommesse Eurobet sita in Napoli alla piazza Mercato;

Pepe Reina, per avere intrattenuto e continuato ad intrattenere tutt'ora inopportunamente rapporti di frequentazione ed amicizia con Esposito Gabriele, pregiudicato, Esposito Francesco ed Esposito Giuseppe – proprietari di fatto dell'Agenzia di scommesse Eurobet in Napoli alla Piazza Mercato, concretizzatisi in vacanze, scambio di cortesie (disponibilità d’uso di auto di grossa cilindrata di proprietà di Esposito Gabriele e agevolazioni all’accesso in zona riservata dello stadio San Paolo in occasione delle gare ufficiali).

Salvatore Aronica (ai fatti difensore del Palermo), per aver intrattenuto rapporti di amicizia sin dall’anno 2009 con i fratelli Esposito, in particolare Giuseppe e Francesco, proprietari di fatto dell’agenzia di scommessa Eurobet, sita in Napoli alla piazza Mercato.

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)