Breaking News
  • Calciomercato Inter, Icardi: parole d'addio? E la 'mossa' di Wanda su Twitter...
    © Getty Images

Calciomercato Inter, Icardi: parole d'addio? E la 'mossa' di Wanda su Twitter...

"Parlerò con la società e vedremo se partire o restare" ha detto il capitano nerazzurro dopo la sconfitta col Sassuolo

CALCIOMERCATO INTER ICARDI / C'è un'ultima, piccolissima speranza che passa dalle mani di un idolo interista. L'Inter può ancora sperare nello spareggio Champions League all'ultima giornata, a patto che oggi il Crotone del cuore nerazzurro Walter Zenga si prenda punti-salvezza fermando la Lazio. Ma dopo la sconfitta col Sassuolo a 'San Siro', tra gli uomini di Luciano Spalletti c'è poco spazio per la speranza, spazzata quasi totalmente via dalla rabbia e la delusione di un tonfo clamoroso in una gara che valeva una stagione. La testa, anzi, si proietta già avanti, alla prossima stagione, e prima ancora al calciomercato. Perché ora che la Champions League è (quasi) sfumata il futuro è un'incognita bella grossa. In particolare per alcuni big, soprattutto per Mauro Icardi.

È proprio il capitano, subito dopo il tecnico Spalletti, a presentarsi ai microfoni dei cronisti nella pancia di 'San Siro'. Si scusa con i tifosi, poi inevitabilmente si parla del suo di futuro: "Continuo a ripeterlo ogni anno - esordisce a 'Sky' -. La mia intenzione è parlare con la società e si vedrà il bene della squadra.

Se il bene della squadra è restare lo farò, se dovesse essere l'addio andrò via".

Calciomercato Inter, doppio retweet misterioso di Wanda sul futuro di Icardi

Parole che hanno fatto subito il giro del web, grazie anche alla spinta della moglie-agente di Icardi, Wanda Nara, che sul suo profilo Twitter da oltre 2 milioni di followers ha condiviso i tweet del giornalista Tancredi Palmeri che riportava i 'dubbi' dell'argentino sul suo futuro. Un attaccante che a 25 anni compiuti non ha ancora esordito in Champions League. Una mancanza che, tra l'altro, gli sta costando anche il Mondiale.

Serviranno dei sacrifici importanti. E quello di Icardi consentirebbe in un colpo solo all'Inter di sistemare i bilanci da presentare all'Uefa, muovere passi importanti verso i riscatti di Rafinha e JoaoCancelo (quest'ultimo più complicato) e lavorare sui nuovi colpi in entrata, vista la clausola da 110 milioni di euro presente nell'attuale contratto. Ma c'è un problema anche qui: in questo momento il nome di Icardi è molto attenzionato, ma non rappresenta una priorità per alcun top club europeo. E la clausola, tra l'altro, è valida per i primi 15 giorni di luglio, mentre l'Uefa attende i bilanci in pari al 30 giugno.

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)