Breaking News
  • Napoli-Udinese, Sarri in conferenza: "Juve, ora ci divertiamo"
    © Getty Images

Napoli-Udinese, Sarri in conferenza: "Juve, ora ci divertiamo"

Le dichiarazioni a fine partita del tecnico azzurro

NAPOLI UDINESE SARRI - Maurizio Sarri è intervenuto in conferenza stampa al termine della vittoria per 4-2 del Napoli contro l'Udinese. Le parole del tecnico partenopeo sono stare riprese dall'inviato di Calciomercato.it: "Sembra strano dirlo, ma per me nei primi 20' di stasera abbiamo avuto una delle nostre migliori espressioni di calcio. Abbiamo avuto due blackout di 10', siamo diventati completamente passivi in fase difensiva. Sul primo gol c'è stato un vero pasticcio. Avevamo cominciato benissimo e siamo andati sotto 2 volte. Siamo riusciti a ribaltarla anche perché in questo momento abbiamo più soluzioni in panchina. I gol su calcio d'angolo? Sono soddisfatti, non siamo una squadra fisica e anche per questo mi fa piacere. Tonelli con me ha sempre segnato, almeno 5-6 reti l'anno.

E' un ragazzo che ha questa caratteristica e l'ho messo in campo anche per questo".

MATCH SCUDETTO - "Se penso alla Juve? Io ho fame e vorrei andare a cena, rilassarmi un'oretta e poi da domani pensare alla prossima. Dobbiamo pensare solo a noi stessi e non agli altri. Bisogna dimostrare di non aver paura, la Juve l'ha già fatto. Per caratteristiche so che non faremo una partita timorosa. Rimonta possibile? Le possibilità nel calcio esistono, io se potessi scegliere prefferirei stare sempre davanti. Partite impossibili non ne conosco, ma adesso vorrei soltanto che i ragazzi almeno per un giorno staccassero la spina. Speriamo che non pesi l'abitudine della Juventus a giocare queste partite, i nostri ragazzi devono essere innanzitutto grandissime facce di 'quella cosa lì'. Abbiamo raggiunto l'obiettivo richiesto dalla società con 6 giornate di anticipo, ora possiamo stare più tranquilli e non farci travolgere dai pensieri. Ora possiamo divertirci. Rivedendo l'andata cosa eviterei? Semplicemente non vorrei fare l'87% di possesso palla e poi perdere. Basterebbe questo".

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)