Breaking News
x
  • 'Allarme' Juve, "Via un campione!": ecco chi può partire
    © Getty Images

'Allarme' Juve, "Via un campione!": ecco chi può partire

A mettere paura ai tifosi della 'Vecchia Signora' è la Banca Imi

 

JUVENTUS JUVENTUS CESSIONE BIG / La Juventus è certamente il club italiano migliore e i risultati sportivi non sono l'unica prova. A testimoniare la grandezza dei torinesi c'è anche la classifica della Football Money League, legata ai ricavi dei club, che colloca la Juventus nella top 10. Un traguardo importante che per essere mantenuto ha bisogno che venga ceduto un campione, ogni anno, per far si che venga messa a bilancio un'importante plusvalenza. A far spaventare i tifosi della Vecchia Signora - si legge su 'Sporteconomy' - ci ha pensato la Banca Imi, la banca d'investimento del gruppo Intesa Sanpaolo, dopo aver analizzato il bilancio semestrale del club.

Sembra abbastanza chiaro che alla Juventus non può bastare la crescita del brand per restare al passo. La storia, anche recente, ci insegna che la società ha praticamente venduto ogni anno uno dei suoi pezzi pregiati.

L'estate scorsa è toccato a Bonucci, passato al Milan per circa 42 milioni di eruo, nel 2016 era stata la volta di Pogba per 96,5 e nel 2015 di Vidal per 40. Il tifo bianconero, dunque, è abituato a veder partire un suo idolo senza però vedere abbassare il livello della squadra.

 

Calciomercato Juve, da Dybala ad Alex Sandro: ecco i sacrificati

 

La domanda adesso che tutti i tifosi si fanno è chi sarà il sacrificato nell'estate 2018. I calciatori che più di tutti potrebbero permettere alla Juventus un'importantissima plusvalenza sono certamente Paulo Dybala e AlexSandro. Il calciomercato, impazzito dell'ultimo periodo, fa in modo che non sia folle immaginare l'argentino ceduto per una cifra vicina ai 150 milioni di euro. Per il brasiliano, invece, potrebbero 'bastare' - si fa per dire - 65 milioni. Non ci resta che attendere l'estate per capire se la Juve manterrà la stessa strategia degli ultimi anni oppure no...

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)