Breaking News
x
  • Inter, conflitti e prospettive: perché Spalletti potrebbe dire addio
    © Getty Images

Inter, conflitti e prospettive: perché Spalletti potrebbe dire addio

A giugno la resa dei conti tra il tecnico, in scadenza nel 2019, e il club nerazzurro

CALCIOMERCATO INTER SPALLETTI / Spalletti che dice addio all'Inter a fine stagione non è più una forzata ipotesi di calciomercato ma uno scenario concreto stando ai segnali, molto più vicini a delle vere e proprie bordate, lanciati dallo stesso tecnico di Certaldo negli ultimi mesi.

Domenica scorsa compresa, con le sue dichiarazioni nel post Inter-Napoli 'contro' i giocatori finora sempre difesi che però, molto probabilmente, avevano ancora una volta come principale obiettivo una società che in estate non ha mantenuto le promesse e a gennaio non rinforzato a dovere la squadra per blindare la Champions. Un traguardo decisivo per il suo futuro in nerazzurro, come anche no visto che i problemi tra lui e il club sono diventati così giganti da far pensare che il divorzio possa avvenire lo stesso a prescindere dal raggiungimento o meno del terzo o quarto posto.

Spalletti addio all'Inter: il calciomercato passato e futuro a monte dei problemi

Spalletti è rimasto sicuramente 'scottato' dal cambio di strategia (al ribasso) del gruppo Suning che, nella primavera di un anno fa, lo aveva convinto a scegliere il progetto nerazzurro con la promessa di costruire una squadra quantomeno competitiva per dar fastidio alla Juventus. Insomma per diventare, attraverso l'acquisto di grandi giocatori (non, come avvenuto, di calciatori di medio-buon livello), nel giro di una-due stagioni la diretta rivale dei bianconeri. Il ridimensionamento, perché di questo si tratta, lo ha evidenziato con dichiarazioni piuttosto chiare ma pure sibilline nel momento in cui la squadra ha cominciato ad arrancare, una scelta atta anche a tutelare sé stesso in previsione di una crisi di risultati, puntualmente avvenuta, come di una eventuale e tutt'altro che impossibile non qualificazione alla prossima Champions. Proprio il ridimensionamento del progetto cinese, quindi le prospettive future di un calciomercato Inter di nuovo non all'altezza del blasone - eccetto Vidal nessun nome che circola ora farebbe compiere il salto di qualità alla rosa attuale - potrebbero spingere Spalletti a 'rompere' con l'Inter a fine stagione, quando per forza di cose ci sarà una sorta di resa dei conti. Che potrebbe essere asprissima, anche tenendo conto del contratto del toscano, circa 4 milioni fino al 2019.

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)