Breaking News
  • PAGELLE E TABELLINO DI GENOA-MILAN: ANDRE’ SILVA PRIMA GRANDE GIOIA
    © Getty Images

PAGELLE E TABELLINO DI GENOA-MILAN: ANDRE’ SILVA PRIMA GRANDE GIOIA

VOTI E GIUDIZI DEL MATCH DELLA 28A GIORNATA DI SERIE A: COL PRIMO GOL DEL PORTOGHESE IL MILAN VINCE AL 94’ E SI AVVICINA ALLA ZONA CHAMPIONS

GENOA-MILAN PROMOSSI E BOCCIATI/ All’ultimo pallone della partita il Milan vince grazie alla prima rete in Serie A di Andrè Silva. Anche un super Perin non riesce a deviare in modo decisivo il colpo di testa del portoghese. Gattuso vede la zona Champions sempre più vicina, Ballardini paga a caro prezzo l’unica distrazione dei suoi.

 

 

GENOA

Perin 6,5 – Si arrende solo a 10’’ dalla fine sfiorando il colpo di testa di A. Silva. Era stato decisivo almeno un paio volte: eccezionale sulla girata di Kalinic ad inizio partita e attento sulle conclusioni dei tiratori scelti rossoneri.

Biraschi 6 – Nel primo tempo soffre leggermente Calhanoglu, poi gli prende le misure e fa una figurone portando a termine una gara ben condotta.

Spolli 6 – Bella sfida contro Kalinic, duello fisico ma leale. Nella ripresa la sua prestazione lievita, controllando bene anche Cutrone ma Andrè Silva lo beffa nel finale.

Zukanović 5,5 – Il suo è l’errore più clamoroso della serata; da due passi colpisce di testa a Donnarumma battuto ma manda incredibilmente fuori. Nel caotico finale svetta di testa ma si perde A. Silva.

Lazović 6 – Regna sulla sua corsia mettendo in difficoltà Rodriguez poi si abbassa troppo e si porta il nemico in casa.

Rigoni 6 – Peccato per il suo gol annullato che però testimonia quanto sia stato in partita. Sempre pericoloso, agisce da mezz’ala creando diversi problemi al Milan fin quando non va in riserva. Dal 74’ Omeonga 5,5 – Prova a dare una mano con la sua velocità ma il Genoa rincula troppo e viene beffato nel finale.

Bertolacci 5 – Agisce da regista e praticamente non la vede mai. Se nel primo tempo prova qualche lancio illuminante nella ripresa è evanescente e fa anche poco filtro.

Hiljemark 5 – Ballardini si aspetterebbe più inserimenti da lui che però commette molti errori tecnici e tattici.

Laxalt 6,5 – E’ tra i migliori dei suoi. Una spina nel fianco del Milan, una spina nel fianco di uno spaesato Borini.  

Pandev 6 – Sta vivendo una seconda giovinezza a Genoa ma è sempre troppo distante dalla porta per far male. Di sicuro fra le linee sa fare il suo mestiere e mette in difficoltà il Milan.

Galabinov 5,5 – Gara di sacrificio a fare sportatellate con Bonucci e Romagnoli ma in questo periodo è un muro difficile da superare. Rimbalzato. Dal 74’ Lapadula 5,5 – Ha tanta voglia di far male alla sua ex squadra ma oltre ad un colpo di testa finito alto non fa altro.  

All. Ballardini 6 – Il suo Genoa era ad un passo da un punto importante ma è stato molto sfortunato subendo un gol a tempo praticamente finito. La sua squadra è ben ordinata e sa cosa fare in campo, gli manca incisività davanti.

 

MILAN

G. Donnarumma 6 – Ancora una volta dimostra di non essere troppo sicuro sulle uscite. Rischia moltissimo contro Zukanovic.

Borini 5 – Gattuso preferisce far rifiatare Calabria come esterno basso ma questo non è il suo ruolo. Troppo basso quando difende (succube di Laxalt) toglie spazio a Suso quando attacca.

Bonucci 6 – Difende bene facendo valere la sua esperienza e provando a trovare nuovi spazi in mezzo al campo quando il Genoa si chiude.

Romagnoli 6,5 – Conferma il suo ottimo momento di forma. Dalla sua parte non si passa chiudendo benissimo gli spazi a tutti gli attaccanti.

R.

Rodríguez 6 – Primi minuti incoraggianti con assist importanti poi diventa frenetico e subisce le iniziative di Lazovic che lo costringe a fare quello che meno gli piace, difendere.

Kessié 6 – Tantissimi errori di palleggio come contro l’Arsenal. Si fida troppo del suo fisico e va spesso fuori giri, deve controllarsi di più.

Biglia 5,5 – E’ in una fase calante. Dopo tante partite giocate ad altissimi livelli adesso ha un calo sia fisico che mentale. Meno pressing, meno geometria ma quello che manca di più è il suo dettare i tempi.

Bonaventura 5,5 – Ci prova sempre calciando un po’ dappertutto ma anche per lui è una serata sottotono. Porta troppo palla e non cambia mai ritmo. Dal 79’ Calabria s.v.  

Suso 6,5 – Cresce nella ripresa e il Milan vince. Se non si accende lui difficilmente il Milan vede la luce. Contro la sua ex squadra non punge quasi mai e gioca solo nell’ultima mezz’ora ma è decisivo con l’assist.

Kalinić 5,5 – Fa sempre tanto, tantissimo lavoro per la squadra ma non riesce a pungere. Ha la più grande occasione al 14’ ma Perin gli nega la gioia del gol. Gattuso lo richiama per il più elettrico Cutrone. Dal 60’ Cutrone 5,5 – Non fa tantissimo e viene molto limitato ma è sempre nel pronto a pungere.   

Çalhanoğlu 5 – Non sicuramente la sua migliore prestazione. Ha avuto qualche occasione per rendersi pericoloso ma non c’è mai riuscito. Anche su calcio piazzato sembra aver perso il suo “tocco magico”. Dal 68’ Andrè Silva 8 – Segna un gol pesantissimo. Il suo primo in serie A. Un colpo di testa sontuoso che avvicina il Milan sempre di più alla zona Champions, chissà non si sblocchi anche in Serie A.  

All. Gattuso 6,5 – Fa un passo importante verso la zona Champions ma fino al 94’ la sua squadra stava per non segnare per la terza partita consecutiva. Deve lavorare su questo e recuperare qualche giocatore dal punto di visto fisico. Getta nella mischia Silva e ci vede benissimo perché il portoghese lo ripaga con un gol pesantissimo. Chissà possa essere lui l’arma in più.

 

Arbitro: Fabbri 6 – Direzione di gara lineare. Nel primo tempo “grazia” Biraghi che entra molto duro su Calhanoglu, l’ammonizione ci poteva stare. Perfetto il lavoro di squadra sul gol annullato a Bonaventura, decisione corretta così come quella presa sul gol annullato a Rigoni.  

 

TABELLINO

GENOA-MILAN 0-1

GENOA (3-5-2): Perin; Biraschi, Spolli, Zukanović; Lazović, Rigoni (dal 74’ Omeonga), Bertolacci, Hiljemark, Laxalt; Pandev, Galabinov (dal 74’ Lapadula). A disp.: Lamanna, Zima, Rossettini, El Yamiq, Migliore, Pereira, Rosi, Medeiros, Bessa, G. Rossi. All.: Ballardini.

MILAN (4-3-3): G. Donnarumma; Borini, Bonucci, Romagnoli, R. Rodríguez; Kessié, Biglia, Bonaventura (dal 79’ Calabria); Suso, Kalinić (dal 60’ Cutrone), Çalhanoğlu (dal 68’ A. Silva). A disp.: A. Donnarumma, Storari, Antonelli, Calabria, G. Gómez, Musacchio, C. Zapata, Locatelli, Mauri, Montolivo. All.: Gattuso.

Arbitro: Fabbri di Ravenna

 

Marcatori: 94’ A. Silva (M)

 

Ammoniti: 79’ Bertolacci (G)

 

Espulsi: -

 

Note: -

 

Davide Ritacco

Calciomercato.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre ultime notizie seguici qui

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)