Breaking News
x
  • Palermo, ESCLUSIVO Brandaleone: "Zamparini ha indebolito la squadra"
    © Getty Images
Esclusivo

Palermo, ESCLUSIVO Brandaleone: "Zamparini ha indebolito la squadra"

Il giornalista del 'Giornale di Sicilia' è intervenuto in esclusiva ai microfoni di Calciomercato.it

PALERMO ESCLUSIVA BRANDALEONE - Torna a ruggire il Palermo. Il poker rifilato all'Ascoli di Cosmi rilancia le ambizioni dei rosanero dopo la crisi delle ultime settimane, con Nestorovski e compagni che ritrovano un successo pieno che mancava addirittura da un mese (tre ko e un pari prima di ieri sera). Una ripresa travolgente con la doppietta di Rispoli, la magia di Coronado e il missile su punizione firmato dal capitano a scacciare i fantasmi del primo tempo, consegnando una vittoria fondamentale all'undici di Tedino nella corsa alla promozione diretta, adesso distante tre punti.

Per analizzare la prova e il momento del PalermoCalciomercato.it ha contattato in esclusiva Carlo Brandaleone, giornalista del 'Giornale di Sicilia' e grande conoscitore dell'ambiente rosanero: "I singoli hanno trascinato il Palermo. Rispoli si è travestito da centravanti grazie a due intuizioni che gli hanno permesso di essere in quella posizione, oltre all'invenzione di Coronado che ha segnato davvero un grandissimo gol, non comune per un campionato come la Serie B - esordisce Brandaleone - Senza le giocate di Rispoli e Coronado forse sarebbe stata una partita diversa. E' stata una gara dai due volti: primo tempo esattamente come quello di Vercelli, mentre dopo aver ripreso il risultato il Palermo ha ritrovato serenità ed è decisamente migliorato come squadra. Più che a livello collettivo, però, sono state le prestazioni di Rispoli e Coronado a ribaltare il match".

Palermo, da Coronado al Parma: l'analisi in esclusiva di Brandaleone

Nel capoluogo siciliano ci si interroga sul ruolo di Coronado, in grande spolvero martedì sera da trequartista: "Il Palermo in questa stagione ha fatto le cose migliori con il 3-5-2, con Coronado in partenza ad agire da centrocampista per poi avanzare la sua posizione e diventare una variante del 3-4-1-2 - spiega Brandaleone - Quando giochi in casa e devi fare la partita allora il trequartista è giustificato, mentre lontano dal 'Barbera' come successo ad Empoli c'è bisogno di una mediana più forte e muscolare, con Coronado avanzato da seconda punta. Si potrebbe ipotizzare un doppio modulo a seconda delle necessità della gara e della forza dell'avversario che hai di fronte, con Coronado appena più avanzato o leggermente più arretrato. Il Palermo deve puntare molto soprattutto sui due esterni, Rispoli e Aleesami, che per la categoria sono due buonissimi calciatori in quel ruolo".

Nel weekend si ritorna subito in campo con la difficile trasferta del 'Tardini' contro il Parma: "Sabato capiremo il peso e il valore della vittoria di ieri.

Si vedrà se il 4-1 all'Ascoli è arrivato grazie a degli episodi particolari perché capita rare volte di segnare tre gol in dieci minuti, oppure se questa vittoria ha ridato al Palermo quella mentalità, condizione e fiducia che nelle ultime settimane si era persa - sottolinea Brandaleone - Parma e Frosinone saranno due test importanti per capire se la squadra di Tedino ha ritrovato il passo e la condizione della parte finale del girone d'andata, o se si porta ancora dietro i problemi evidenziati in questo inizio di 2018 costati punti preziosi in chiave promozione".

Calciomercato Palermo, Brandaleone in esclusiva su Tedino e Zamparini

La quaterna contro l'Ascoli fa respirare anche mister Tedino, con lo spettro esonero dietro l'angolo all'intervallo con i marchigiani in vantaggio. Già circolavano i nomi di Stellone e Mandorlini per il ribaltone in panchina: "In altre occasioni dopo tre sconfitte consecutive Zamparini avrebbe esonerato l'allenatore, mentre stavolta Tedino è rimasto al suo posto. La proprietà non ha molti soldi da investire e sinceramente non saprei chi possa fare meglio di Tedino con questo gruppo, senza grandi campioni al suo interno a parte Coronado. Non vedo la necessità di cambiare - chiosa Brandaleone a Calciomercato.it - Poi, se con Parma e Frosinone arrivassero due sconfitte brutte, è chiaro che dal punto di vista emotivo si dovrebbe dare un segnale alla piazza e per questo potrebbero esserci i presupposti per un cambio in panchina. Questa squadra però è nata con Tedino e secondo me nessun altro tecnico potrebbe fare meglio con l'organico attualmente a disposizione".

Sotto accusa la gestione dell'ultimo calciomercato di gennaio, con il Ds Lupo a farne le spese e l'arrivo in Sicilia di Valoti. Brandaleone però punta il dito contro la proprietà: "Questa squadra aveva bisogno di qualcosa in più per rinforzarsi, lo sottolineavo anche alla fine del girone di andata quando il Palermo era in testa alla classifica con cinque punti di vantaggio sulla terza. Non basta un buon campionato per andare in Serie A visto che le avversarie principali, Empoli e Frosinone, si sono anche rinforzate nella finestra invernale. Occorreva fare qualcosa, che puntualmente non è stato fatto: Zamparini negli ultimi anni a gennaio ha sempre indebolito la squadra con valutazioni molto discutibili. Ha pagato il conto Lupo che è stato esonerato, ma in questa situazione il diesse non c'entra assolutamente niente. E' mancata la volontà e la possibilità della proprietà di rinforzare la rosa. Serviva un secondo attaccante oltre a Moreo e poi non è arrivato un vice-Alesami sulla sinistra, con Szyminski adattato in una posizione non sua. Se vuoi andare veramente in Serie A non puoi non cogliere certe necessità".

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)