Breaking News
  • Napoli-Lipsia, Maggio mette in standby lo scudetto: "Prima passiamo in Europa"
    © Getty Images

Napoli-Lipsia, Maggio mette in standby lo scudetto: "Prima passiamo in Europa"

Il terzino azzurro al fianco di Sarri alla vigilia della gara di Europa League

NAPOLI LIPSIA CONFERENZA MAGGIO / Tocca a Christian Maggio affiancare Maurizio Sarri nella rituale conferenza stampa pre-match: alla vigilia della gara valida per l'andata dei sedicesimi di finale di Europa League contro il Lipsia, il terzino del Napoli risponde alle domande dei giornalisti. Calciomercato.it ha seguito per voi le sue dichiarazioni. 

IMPORTANZA MATCH - "L'Europa League per noi è una competizione importante, vogliamo continuare a far bene come stiamo facendo in campionato. Loro stanno facendo bene, sono una specie di sorpresa, sono giovani e vogliono dimostrare il loro valore. Anche noi vogliamo dimostrare quanto valiamo, ci sarà la possibilità per chi ha giocato meno di dimostrare che in questa squadra ci sta bene". 

CREDERE ALLO SCUDETTO - "Fino adesso ci sono state diverse occasioni in cui abbiamo capito che quest'anno può essere la volta buona. Sarebbe stupido negarlo, sarebbe un obiettivo incredibile ma non abbiamo fatto ancora niente. Mancano tantissime partite, la voglia c'è ma bisogna fare un cammino ancora lungo, mancano diverse partite. Ora per noi è importante pensare a domani, fare bene in Europa League e fare il massimo per passare il turno". 

TITOLARE- "Spero di esserci. Per me è una competizione importante e anch'io - età a parte -voglio dimostrare il mio valore.

Spero di essere da stimolo a chi in questo momento sta giocando meno e vuole avere una mano, un consiglio. In questi anni abbiamo avuto la fortuna di avere giocatori con esperienza. Se c'è bisogno di una mano sanno dove trovarmi". 

SQUADRA PIU' BELLA - "E' difficile a dirlo. In questi ultimi 3-4 anni sono arrivati giocatori molto importanti, forti, un allenatore che ha amalgamato questi calciatori e li ha fatti rendere al meglio. Sette-otto anni fa c'erano giocatori forti ma non eravamo una squadra: c'erano giocatori di qualità ma non erano esplosi. La squadra negli anni è cresciuta, ha acquisito consapevolezza e sta facendo risultati buoni. Napoli ha sempre avuto una crescita positiva". 

Napoli, Maggio si fida del turnover: "Chiunque gioca fa bene"

TURNOVER - "In questi tre anni abbiamo seguito un percorso del mister e tutti seguivano questo percorso. Il bello è che anche chi non ha molte opportunità di giocare, quando scende in campo è come se giocasse da una vita in questo modulo. Il mister ha un modo di giocare molto diverso dagli altri, occorre attenzione. Sono contento per Tonelli che dopo un periodo non positivo è riuscito a fare una grande partita: il segnale che chiunque gioca fa bene". 

DIECI ANNI DI NAPOLI - "E' difficile spiegarlo in un minuto. Sono successe tante cose e stato un crescendo per me. E' una città che ancora oggi mi dà tanto, la mia famiglia si trova bene. Ho sempre creduto in questo progetto, ci credo ancora e spero che Napoli possa andare avanti il più possibile. Io qui sto bene, i tifosi sono unici, c'è il mix giusto per stare qui". 

 

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)