Breaking News
  • Napoli-Lipsia, Sarri: "Europa League folle. Aspetto Milik"
    © Getty Images

Napoli-Lipsia, Sarri: "Europa League folle. Aspetto Milik"

Le parole dell'allenatore prima della gara di Europa League

NAPOLI LIPSIA CONFERENZA SARRI / Conferenza stampa per Maurizio Sarri alla vigilia di Napoli-Lipsia, andata dei sedicesimi di finale di Europa League: il tecnico azzurro risponderà alle domande dei giornalisti sul momento del Napoli, il possibile turnover e le condizioni degli infortunati, Hamsik soprattutto. Calciomercato.it ha seguito per voi le parole di Sarri. 

MOTIVAZIONE - "Se vogliamo fare un salto a livello di mentalità dobbiamo trovare la maturazione. Le gare europee sono sempre importanti, le difficoltà numeriche ci sono: domani siamo 18 con tre portieri. Cercheremo di fare una partita seria senza inficiare il campionato, è difficile ma per qualche ora dobbiamo pensare solo a questa partita. Troviamo una gara che mi ha entusiasmato a vederla: hanno tecnica, velocità, è difficilissimo". 

TURNOVER - "Spero che possiamo essere lo stesso competitivi anche con il turnover, l'obiettivo è quello. Il salto di qualità questo gruppo deve farlo da questo punto di vista. Quest'anno non ci è riuscito finora, per il futuro il salto di qualità è riuscire ad avere la stessa testa per tre partite settimanali a prescindere dai cambi". 

SCELTA SU CAMPIONATO - "In questa stagione l'attenzione è su altro e c'è una ragione: perché per diventare grande in Europa, bisogna essere grandi nel proprio paese. Ma un primo passo va fatto ed è fare bene anche con le turnazioni". 

REINA-SEPE - "Devo parlare ancora con Reina e sentire le sue sensazioni. Se c'è bisogno un turno di riposo preferisco darlo in trasferta, così si evita anche lo stress dei viaggi. Il problema è relativo perché Sepe è un portiere affidabile". 

RIGORE O LEGGEREZZA - "L'obiettivo è accettare lo stress  fisico e di cercare di limitare un grande stress dal punto di vista nervoso. Una partita da preparare con più leggerezza ma da giocare con uguale serietà". 

SCUDETTO - "Bisogna fare una partita di Europa League e non ci posso pensare. E' una domanda abbastanza stupida.

L'Europa League è una manifestazione al limite della follia, pur con il fascino di una manifestazione europea. Giochiamo giovedì alle 21.05 e dopo sessanta ore torniamo in campo. La Lega non ci aiuta: è una manifestazione ai limiti della follia. Non si può snobbare niente, ma nel lungo periodo ci potrebbe portare degli stress ma ora dobbiamo pensare solo a domani sera". 

NAPOLI-LAZIO PERFETTA - "E' una squadra che mi ha dato gusto a vederla, ma quando si smette di crescere si inizia a calare. Dobbiamo continuare a crescere: questo deve essere l'obiettivo di tutti. Il primo obiettivo era diventare competitivi in Italia, il secondo è diventarlo in Europa. Quest'anno facciamo faticare a fare bene in Europa, anche per quello che accade intorno a noi dove si vede più fame in ITalia rispetto all'avventura europea. Quest'anno il campionato è importantissimo ma dobbiamo cercare di fare il salto di qualità". 

ERRORE DA NON FARE - "Guardare la gara di domani senza pensare ad altro: se oggi parlo di campionato demotivo ancora di più la squadra che già faccio fatica a motivare in Europa". 

Napoli, Sarri spiega: "Milik mi dirà quanto è pronto"

MILIK - "E' in netta crescita però è anche giusto che mi dica lui quando è disponibile a giocare uno spezzone di partita. Non me l'ha detto ancora e rispetto la sua decisione. Posso fare solo cinque cambi visto che siamo 18 con tre partieri". 

HAMSIK - "Sta meglio, ieri si è allenato con la squadra. Non è tra quelli stanchi, ma venendo da un piccolo acciacco la decisione spetta esclusivamente a lui".

COPPE EUROPEE E CORSA SCUDETTO - "Quanto possa pesare non lo so, dipende anche quanto avanti vadano le due squadre. A noi potrebbe anche pesare, se invece recuperiamo giocatori può essere anche un'opportunità. Stadio vuoto? Questa sensazione che si respira è reciproca e si avverte anche in città: l'attenzione al campionato è maggiore. Spero che la società abbia fatto di tutto per far venire gente allo stadio". 

DIAWARA IN DIFESA - "Per farlo a questo punto della stagione no, sarebbe un'emergenza che ci costerebbe diverse gol presi. E' una linea che ha modi di pensare difficile da far entrare ad uno che finora ha giocato a centrocampo. Dietro abbiamo giocatori bravi a comandare i movimenti. Preparandolo a inizio stagione era possibile, in corso d'opera è molto difficoltoso". 

 

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)