Breaking News
  • Calciomercato Inter, Rafinha titolare: ma il riscatto è lontano
    © Getty Images

Calciomercato Inter, Rafinha titolare: ma il riscatto è lontano

Spalletti dovrebbe schierarlo col Genoa. Ma acquistarlo dal Barcellona non sarà facile

CALCIOMERCATO INTER RAFINHA / Le buone notizie per l'Inter si concentrano sulla coppia del momento in casa nerazzurra, ossia Rafinha e Karamoh, coloro che hanno battuto il Bologna con una doppia invenzione tra assist e azione del gol. Il francese è stato l’indiscusso uomo partita, non solo per il gol ma anche e soprattutto per la prestazione fatta di giocate di un certo spessore. Classe '98, ha mostrato personalità tra colpi di tacco e passaggi smarcanti, tra cui il via all'azione che ha portato all'1-0. La qualità che ha impressionato maggiormente sono stati gli strappi in velocità e l'abilità nel dribbling da vera ala. La scommessa dell'ultimo calciomercato Inter estivo di Ausilio e Sabatini sembra già vinta.

Inter, la Champions potrebbe non bastare per riscattare Rafinha

L'altro protagonista, ossia Rafinha, è stato decisivo nei pochi minuti che è sceso in campo mostrando sprazzi di classe, qualità e tecnica made in Barça.

Il suo innesto ha dato nuove soluzioni ed imprevedibilità, quella che mancava e che serviva per sbloccare una partita che altrimenti sarebbe finita senza la vittoria. L'ex Barcellona, alla terza partita in nerazzurro, ha mostrato di essere già coinvolto e si è ambientato molto velocemente grazie al gruppo che l'ha supportato a dovere. Ora Spalletti pensa di regalargli una maglia da titolare sabato contro il Genoa, anche perché in quel ruolo difficilmente verrà confermato Brozovic dopo la scenata di 'San Siro'. In ogni caso, sembra essere solo questione di tempo: presto sarà lanciato in maniera definitiva e l'obiettivo è quello di vederlo nell'undici iniziale al massimo contro il Milan nel derby del 4 marzo. Il brasiliano è arrivato a Milano nella sessione invernale di calciomercato in prestito con diritto di riscatto fissato a 35 milioni più altri 3 di bonus. Una cifra che, alla luce delle notizie che arrivano dalla Cina sullo stop agli investimenti all'estero, rischia di far saltare il colpo al gruppo Suning. Nemmeno la qualificazione in Champions darebbe la certezza della sua permanenza.

Stefano Migheli

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)