Breaking News
  • Napoli-Lipsia, turnover e infortuni: Sarri resta 'senza' panchina
    © Getty Images

Napoli-Lipsia, turnover e infortuni: Sarri resta 'senza' panchina

Gli azzurri non riescono ad arrivare a 18 calciatori per l'Europa League: possibile l'impiego di qualche Primavera

NAPOLI LIPSIA FORMAZIONE / Un massiccio turnover con qualche complicazione: il Napoli che affronterà il Lipsia nell'andata dei sedicesimi di finale di Europa League sarà molto diverso da quello che ha abbattuto la Lazio sabato sera al 'San Paolo'. Ma più che il turnover che Sarri quasi certamente attuerà nella competizione europea, a far notizia è l'esiguo numero di calciatori che l'allenatore dei partenopei si troverà a disposizione per la gara di giovedì contro i tedeschi. Tanti gli indisponibili tra infortunati e squalificati: cinque i calciatori fuori causa e se si considera che tra i 18 disponibili ci sono tre portieri, ecco che al 'San Paolo' probabilmente Sarri porterà con sé una panchina molto corta. 

Napoli-Lipsia, formazione in alto mare e problema panchina

Fuori Machach e Mertens per squalifica, out Chiriches, Ghoulam per infortunio, non ancora recuperato Milik: i mancati arrivi nel calciomercato pesano e costringeranno agli straordinari qualche titolare.

Mancano tre giorni e bisognerà valutare le condizioni di Albiol e Hamsikma - se Tonelli sarà in grado di reggere la seconda gara di fila - difficilmente lo spagnolo sarà in campo dal primo minuto; per lo slovacco il problema alla schiena non dovrebbe trattarsi di nulla di grave, ma ogni precauzione è d'obbligo. Se recupera più panchina che campo, mentre le scelte dietro e davanti sono più che obbligate: il ballottaggio è in porta tra Sepe e Reina e sull'out mancino tra Hysaj e Mario Rui. A destra ci sarà Maggio con Tonelli al fianco di Koulibaly. Centrocampo nuovo di zecca con Rog, Diawara e Zielinski; in avanti spazio a Callejon, Ounas e Insigne con il dubbio sul possibile inserimento di Hamsik con Zielinski portato in avanti e uno tra Insigne e Callejon in panchina. 

Lì dove Sarri avrà il suo bel da fare per trovare sette calciatori utilizzabili: un portiere tra Sepe e Reina, Albiol (se recuperato), uno tra Hysaj e Mario Rui e poi Hamsik (o uno tra Callejon e Insigne), Jorginho e Allan. Resta un posto da coprire che sarà probabilmente per un baby della Primavera: non Leandrinho che non è in lista Uefa e non può essere schierato in lista B perché non ha due anni di appartenenza al club. Potrebbe esserci spazio per Scarf, già convocato diverse volte, ma anche per uno dei talenti migliori delle giovanili azzurre: quel Gaetano che potrebbe anche rappresentare l'unica alternativa in avanti nel caso in cui non dovesse farcela Hamsik. 

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)