Breaking News
  • Milan, Gattuso valuta le alternative tattiche a Suso
    © Getty Images

Milan, Gattuso valuta le alternative tattiche a Suso

L'allenatore: "Non potrà giocare tutte le gare". Sguardo attento sulla Primavera

GATTUSO SUSO MILAN / "Suso? Non potrà fare tutte le partite". Rino Gattuso in conferenza stampa è stato chiaro. Nonostante il buon periodo di forma, difficilmente il giocatore spagnolo verrà utilizzato ininterrottamente da qui sino alla fine della stagione. Gli impegni per il Milan saranno tanti, almeno a febbraio, viste le gare in Europa League e la semifinale di Coppa Italia. Domenica scorsa contro l'Udinese il ragazzo nato a Cadice è tornato a brillare dopo un periodo altalenante, risultando il migliore dei rossoneri, al di là della bellissima rete realizzata. Non è però escluso che il tecnico rossonero decida di concedere del riposo all'ala, magari facendola partire dalla panchina nel doppio impegno con il Ludogorets, visto soprattutto che, dopo la Spal, il Milan sarà impegnato in un difficilissimo trittico di sfide contro Sampdoria, Roma e Inter.

Milan, da Dias a Borini fino al cambio modulo: le alternative a Suso

Variare il modulo o cambiare? Con Suso a riposo potrebbero essere diverse le opzioni per Gattuso. La prima porta a Fabio Borini, che nel corso della stagione ha mostrato tutta la sua duttilità.

L'ex Sunderland, acquisto quasi snobbato del calciomercato rossonero, ha dimostrato dedizione e impegno in ogni gara, facendosi apprezzare sia da Montella che dallo stesso Gattuso. Senza lo spagnolo l'allenatore potrebbe decidere di andare avanti con un 4-3-3, con Borini appunto a destra, oppure spostando uno tra Bonaventura e Calhanoglu e inserendo in mezzo al campo una mezz'ala come Locatelli. Non è però escluso neppure un cambio modulo, magari con un passaggio a due punte e un eventuale 4-2-4 o ad un 4-3-1-2. Sulla prima ipotesi però il tecnico calabrese si è detto restio. "Non possiamo partire subito all-in" ha affermato in conferenza. Un'ultima, suggestiva ipotesi, porta alla Primavera rossonera. Dal Benfica in estate è arrivato il portoghese TiagoDias, che ben sta facendo nella squadra giovanile rossonera. Proprio in conferenza il tecnico ha parlato di questa possibilità: "Sono giocatori diversi. Tiago è un motorino, ma sicuramente non ha la classe di Suso. Fa un po’ di casini con il pallone, deve crescere tatticamente, ma il fatto che si alleni con noi dimostra che ci crediamo. Deve però fare molta strada. Portarlo in prima squadra? Suso non può fare tutte le partite, ci stiamo pensando, ma non vogliamo metterci i punti prima di spaccarci la testa".

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)