Breaking News
  • Atalanta-Juventus, Allegri: "Var? Giornata no. Il Napoli..."
    © Getty Images

Atalanta-Juventus, Allegri: "Var? Giornata no. Il Napoli..."

Il tecnico bianconero ha parlato prima della gara di coppa Italia

ATALANTA JUVENTUS CONFERENZA ALLEGRI / Conferenza stampa per il tecnico della Juventus Massimiliano Allegri prima della gara di coppa Italia contro l'Atalanta in programma domani sera. L'allenatore bianconero si soffermerà sulla semifinale di andata ma anche su altri aspetti: Calciomercato.it seguirà per voi la conferenza in diretta testuale. 

ELEZIONE FIGC - "Chi andrà a comandare deciderà e credo che tutti ci auguriamo che prenderanno delle decisioni per il bene del calcio. Speriamo che le prendano. Siamo fiduciosi e, come detto anche in altre conferenze, credo che si possono fare grandi cose. Non si deve ripartire, i risultati della Nazionale sono stati dei risultati importanti. Dal '70 in avanti si è sempre ben comportata. La Nazionale è una roba, le altre cose li ci vorranno mettere mano tutti insieme. Speriamo lo facciano". 

Atalanta-Juventus, Allegri su coppa Italia e sfida al Napoli

ANDATA - "Facemmo una buona mezzora poi uscimmo dalla partita. La gara è difficile, ma è diversa rispetto a quella di campionato. Si gioca su 180 minuti, bisogna cercare in trasferta e l'obiettivo è fare gol. Sapendo che l'Atalanta è una realtà del campionato, e vanno fatti i complimenti, e per noi la coppa Italia è un obiettivo importante: arrivare per la quarta volta consecutiva in finale sarebbe un risultato importante". 

HIGUAIN - Allegri commenta poi le dichiarazioni di Huguain sulla posizione in campo: "Ha ragione: per fare gol bisogna stare vicino alla porta. Lui, i centrocampisti, gli altri attaccanti: ma sono contento che sia tornato al gol, ma c'è da migliorare un po' le prestazioni generali. E' vero che con il Genoa fino al gol abbiamo fatto bene.

A Verona siamo andati dietro al ritmo della gara: se non sblocchi all'inizio la gara si complica. I ragazzi sono stati bravi quando loro sono rimasti in 9, hanno avuto pazienza e trovato il momento giusto per fare gol". 

TURNOVER - "Non è una questione di turnover ma di condizioni fisiche. Sabato sono stati fuori 3-4, qualcuno rientrerà. Ci sarà Marchisio a disposizione e quindi abbiamo un giocatore in più per Bergamo". 

BERNARDESCHI - "Devo valutare dei quattro chi schierare in avanti". 

CARATTERISTICA ATALANTA - "Rivelazioni in semifinale? La Lazio non è una rivelazione, sta facendo ottime cose e già tre anni fa è arrivata in finale. L'Atalanta è una realtà, ha ottimi giovani, Gasperini sta lavorando bene e anche in autostima sono cresciuti. E' un avversario da rispettare, sapendo che giocare a Bergamo è sempre difficile". 

VAR - "Sono giornate che capitano. Bisogna accettarle, gli arbitri lavorano per fa sì che tutto funzioni al meglio. Tutti facciamo degli errori, ora è uguali: più polemica facciamo, peggio è".

COPPA ITALIA SNOBBATA DA ALTRI CLUB - "Snobbata è un errore, poi quando si arriva ai quarti tutti ci tengono. Quando uno esce è normale che si sminuisce". 

CORSA A DUE CAMPIONATO - "Era difficile che altre squadre dovessero tenere la media punti di Juve e Napoli. Vanno fatti i complimenti agli azzurri, così come a noi. La Lazio che ha 46 punti in un campionato normale sarebbe seconda a quattro punti dalla prima e lotterebbe ancora per il campionato. In questo momento qui non è in lotta per i campionato perché Juventus e Napoli hanno fatto benissimo". 

CALDARA E SPINAZZOLA - "Sono due giocatori importanti, cresciuti molti. A giugno vedremo". 

RIGIOCARE FINALE CHAMPIONS -  "Non possiamo. Bisogna guardare avanti e cercare di andare a giocare a Kiev: non è facile ma ci proveremo". 

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)