Breaking News
  • Calciomercato Napoli, si decide il futuro di Machach
© Getty Images

Calciomercato Napoli, si decide il futuro di Machach

Il franco-algerino è il primo acquisto azzurro di questo inverno, ma già si pensa al prestito

CALCIOMERCATO NAPOLI MACHACH SARRI /È ufficialmente cominciata da qualche ora la vita italiana di Zinedine Machach, il calciatore franco-algerino che ha firmato con il Napoli il suo nuovo contratto e sarà legato agli azzurri per i prossimi cinque anni. Un colpo di quelli che tanto piacciono a Cristiano Giuntoli, il primo acquisto ufficiale degli azzurri in questo bollente inverno di calciomercato. La faccia di Machach, però, a Napoli si vedrà molto probabilmente solo in estate. Per lui pronta un’esperienza in prestito, con club di SerieA o B che si sono fortemente interessati a lui (Benevento, Chievo, Carpi e Bari su tutte) ed hanno già contattato il club per averlo nei prossimi sei mesi.

La società sarebbe d’accordo: Sarri dovrà valutarlo, è vero, ma tutti vogliono vederlo all’opera nel calcio italiano dopo il rendimento altalenante saputo in Ligue1 negli ultimi anni.

Calciomercato, Machach non si discute, ma il Napoli dovrà metterlo in riga

Altalenante più nella testa che nei piedi. Quelli, infatti, non si discutono: non l’hanno fatto a Tolosa e nemmeno a Marsiglia, le due squadre e città in cui si è fatto conoscere negli ultimi anni. Duttile come ce ne sono pochi di questa età: può giocare centrale in mezzo al campo, ma anche ala o addirittura trequartista all’occorrenza. Perché al gran fisico che si porta dietro (185 centimetri d’altezza) aggiunge anche una qualità niente male che gli permette anche giocate di un certo tipo. In discussione, però, ci hanno messo l’attitudine al grande calcio: una rissa con lo staff tecnico l’ha portato al licenziamento in Francia, ma con il Tolosa non stava facendo male: quattro presenze, nessuna per un match intero, e pure un gol all’esordio contro il Monaco in Ligue 1 lo scorso agosto. Basteranno l’aria italiana e la guida del Napoli per riportarlo sulla retta via? Gli azzurri ci hanno scommesso, ma i prossimi mesi saranno di prestito: a Zinedine, uno che quel nome dovrebbe tenerselo stretto, sta ora giocarsi la carta giusta.

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)