Breaking News
  • Calciomercato Milan, Gattuso: compleanno con gli 'auguri' di Gasperini
© Getty Images

Calciomercato Milan, Gattuso: compleanno con gli 'auguri' di Gasperini

Il bilancio di 'Ringhio' sulla panchina rossonera e uno sguardo alla prossima stagione

CALCIOMERCATO GATTUSO MILAN / E sono 40. Nella giornata di oggi, martedì 9 gennaio 2018, l'allenatore del Milan Gennaro Gattuso festeggia il suo quarantesimo compleanno. Un anno fa, 'Ringhio' era sulla panchina del Pisa in Serie B, lasciata nel maggio 2017 dopo la retrocessione in Lega Pro; poi, la parentesi alla guida della Primavera del Milan e, quindi, il piano estivo di Mirabelli di sostituire Montella proprio con Gattuso che diventa realtà a fine novembre. Dal bilancio di Gennaro Gattuso alla guida della prima squadra del Milan al futuro della panchina rossonera, passando per il calciomercato invernale tra acquisti e cessioni, ecco uno sguardo tra presente e futuro del club meneghino.

Il Milan di Gattuso: bilancio e rinforzi dal mercato invernale

Il bilancio di Gattuso alla guida della prima squadra del Milan è il seguente: in 9 partite, l'allenatore rossonero ha conquistato 4 vittorie (di cui 3 in campionato e 1 in Coppa Italia, nel derby contro l'Inter ai supplementari), 2 pareggi (entrambi in Serie A, tra cui il rocambolesco pari all'esordio contro il Benevento con gol del portiere Brignoli all'ultimo minuto) e 3 sconfitte (2 in campionato e 1 in Europa League). Il Milan di Gattuso è attualmente all'ottavo posto in classifica, al pari di Fiorentina, Udinese e Torino a quota 28 punti, distante 23 'lunghezze' dal Napoli capolista e 12 dal quarto posto (valido l'accesso in Champions League) occupato ad oggi dalla Lazio di Simone Inzaghi.

Con un girone di ritorno (quasi) tutto da giocare e i fronti di coppa (Coppa Italia e Europa League) ancora aperti, Gattuso si gioca presente e futuro. Nelle scorse ore ha dichiarato: "Sogno di restare al Milan. Mi ha dato grande responsabilità e fiducia, da parte mia c’è rispetto e farò di tutto per continuare. Ma non voglio essere un peso per il Milan, anzi. Sono l’ultimo problema. E’ normale che mi piacerebbe continuare, mi sento a casa mia, con ancora più responsabilità nei confronti del club rispetto a quando giocavo".

Un assist arriverà dal calciomercato? Sotto il profilo finanziario non si prevedono grossi investimenti per il calciomercato Milan invernale, ma gli obiettivi non mancano: piace Jakub Jankto dell'Udinese, con cui ci sono in ballo anche i discorsi legati a Gustavo Gomez e Locatelli.

Proprio a proposito del futuro del difensore, Mirabelli ha dichiarato nelle scorse ore: "Stiamo ancora definendo la situazione di Gustavo Gomez, ma al Boca Juniors è impossibile perché loro lo vogliono in prestito mentre noi vogliamo venderlo. Probabilmente lo daremo all'Udinese o al Flamengo".

Jankto, però, non è l'unico centrocampista nel mirino del Milan, che continua a monitorare in casa Torino le prestazioni di Daniele Baselli. Al club granata piace Fabio Borini, ma dal Milan è già arrivata la smentita su una partenza a gennaio del versatile attaccante, così come di tutti gli altri calciatori arrivati a Milanello in estate: "In occasione di questa sessione invernale di calciomercato, il Milan si è dato una linea che non cambia. Dei giocatori arrivati la scorsa estate in maglia rossonera, non verrà ceduto nessuno. Con le rispettive caratteristiche, André Silva e Borini sono considerati due importanti punti di riferimenti della rosa del Milan. La loro ulteriore valorizzazione e il consolidamento di tutti i giocatori approdati a Milanello dopo il mercato estivo, sono le priorità in questo momento nevralgico del lavoro di Rino Gattuso che, dopo la sosta invernale, entrerà nel vivo".

Calciomercato Milan, l'ombra di Gasperini sul futuro di Gattuso

"Il lavoro di Rino Gattuso entrerà nel vivo dopo la sosta invernale" dicono da Casa Milan. Se il presente di Gattuso sulla panchina del Milan (risultati permettendo) appare ben saldo, lo stesso non può dirsi per il futuro. Continuano a rincorrersi, infatti, i rumours sul 'dopo Gattuso' per la prossima stagione: Conte rimane il grande sogno del Milan dopo i nuovi sondaggi dell'autunno scorso, resta in piedi la pista Roberto Mancini (in possibile uscita dallo Zenit di San Pietroburgo a fine stagione) e prende quota l'ipotesi Gasperini, che a Milanello ritroverebbe Kessie e Conti da lui lanciati all'Atalanta. Proprio a Bergamo, Gasperini ha anche esaltato le qualità di due prodotti della Primavera rossonera che ora sanno di 'rimpianti': Bryan Cristante (ceduto nel 2014 dal Milan al Benfica per 6 milioni di euro, ora ne vale circa 5 volte tanto) e Andrea Petagna (lasciato partire a titolo definitivo nel gennaio 2016 per un milione di euro più bonus fino ad un totale di 5 milioni). E chissà che Gasperini non possa portare a Milano quel 'Papu' Gomez a lungo inseguito da Montella ai tempi in cui era allenatore del Milan...

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)