Breaking News
x
  • Fiorentina-Inter, Spalletti: "Difesa corta... Che devo fare?!"
    © Getty Images

Fiorentina-Inter, Spalletti: "Difesa corta... Che devo fare?!"

Il tecnico nerazzurro ha analizzato il pari subito a tempo scaduto

FIORENTINA INTER SPALLETTI / L'Inter non sa più vincere. Contro la Fiorentina si fa raggiungere allo scadere e continua nella sua astinenza di successi. Un momento che Luciano Spalletti ha analizzato a 'Premium Sport': "Sono successe diverse situazioni contrarie, non solo Ranocchia, che ha giocato con un problemino. La squadra in alcuni momenti perde troppi palloni facilmente. Ci manca la forza nelle situazioni mezze e mezze. Abbiamo perso una palla banalmente, però poi siamo riuscite ad andare in vantaggio e poi loro hanno pareggiato. Il risultato finale è quello giusto, ma va anche detto che potevamo fare 2-0".

ROSA - "E' corta? Non ce la faccio più! Che volete da me! Che devo fare? Devo andare da loro a dirgli che non sono più buoni?! Ma è chiaro che ci sono delle difficoltà oggettive. Nagatomo aveva la febbre ed è entrato. Mi dite sempre le stesse cose.

Mi dite che mancano difensori? Contateli!!! Che vi devo dire?! E' sotto gli occhi di tutti che manca un centrale difensivo. Cosa hai vinto a dire che l'ho detto, che premio vuoi (rivolgendosi all'interlocutore in studio, ndr)? Se mi fate sempre la stessa domanda c'è un problema! Ranocchia ha fatto il massimo a giocare perché non avevamo alternative, siamo contati". 

Poi, a 'Sky Sport', ha parlato della prestazione insufficiente di Joao Mario: "Uno sforzo nel ritrovare quelle qualità in un giocatore che non le mostra più bisogna farlo". Infine sulla proprietà: "Mi aspettavo maggiori potenzialità economiche dalla Suning? Io non vengo a parare la mia posizione. Noi siamo così ora, non vado a parlare della proprietà, non me ne frega niente. Ho 60 anni, sono 25 anni che faccio questo mestiere e non mi nascondo per pararmi il culetto: ci manca un centrale. Anche Santon si sta allenando ora, ma ha spesso qualche problemino. Nagatomo oggi aveva la febbre. Dicendo questo cosa succede? Dal mio punto di vista io vado avanti per la mia strada. Si può giocare a pallone anche senza quelli che si vorrebbe".

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)