Breaking News
  • Serie A, partite a Natale: Tommasi 'bacchetta' Sarri
© Getty Images

Serie A, partite a Natale: Tommasi 'bacchetta' Sarri

Il presidente dell'Assocalciatori ha parlato del calendario e delle critiche per le troppe partite arrivate anche dalla Premier

SERIE A CALENDARIO SARRI / Il presidente dell'Aic Damiano Tommasi ha parlato del calendario e delle partite durante le feste anche nel nostro paese. Il numero uno dell'Assocalciatori ha anche approfittato per 'bacchettare' Maurizio Sarri che ha criticato anche il sindacato dei calciatori per le mancate 'proteste' contro un calendario troppo ricco di partite. 

Sul sito dell'Aic, Tommasi scrive: "Feste di Natale in campo per il nostro campionato di serie A dopo molti anni di "assenza". Reazioni abbastanza 'morbide' e condizioni ambientali fortunatamente accettabili. L'allarme arriva, ironia della sorte, da oltremanica.

Nella Patria del Boxing day il calendario intenso ha fatto diventare 'amici' Pep Guardiola e José Mourinho che, per una volta concordi, sentenziano "troppe partite senza soste! Così è troppo!" A dire il vero a casa nostra ci aveva pensato Maurizio Sarri a fare una sintesi della vicenda tirando le orecchie anche all'AIC. "Invece di fare le battaglie per i giorni di vacanza dovrebbero battere i pugni per le troppe partite giocate!".

In realtà la voce "discussione calendari" è all'ordine del giorno del comitato Uefa dove sono stati convocati Club (Eca, Epfl) e calciatori (FiPro)....A livello europeo... per l'Italia non vedo l'ora che qualcuno (Figc?) convochi una volta per tutti Club, Allenatori e Calciatori a discutere di calendari, soste e numero partite partendo da un punto fermo.... il calcio è uno sport e il business funziona se funziona l'evento sportivo!

Da anni nel periodo natalizio ci troviamo a discutere del fascino del calcio sotto l'albero e troppo spesso dimentichiamo quanto siano importanti le pause e il recupero per atleti che alla lunga rischiano di pagare pegno. Chissà che non si torni, quindi, a parlarsi riportando al centro della discussione l'aspetto sportivo....per non rischiare di accorgersi tardi che "fuori dall'Europa dobbiamo rivedere 'qualcosa'!"

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)