Breaking News
  • Calciomercato Milan, da Badelj a Marchisio: operazione centrocampo
© Getty Images

Calciomercato Milan, da Badelj a Marchisio: operazione centrocampo

Fassone e Mirabelli a caccia di rinforzi in mediana per il tecnico Gattuso

CALCIOMERCATO MILAN BADELJ - Il Milan potrebbe muoversi in particolare a centrocampo nel calciomercato di gennaio. La formazione di Gattuso, visto anche il lento inserimento di Biglia, ha mostrato più di qualche lacuna finora nel settore nevralgico del campo, con la dirigenza rossonera pronta ad intervenire nell'eventualità in cui si presentasse un'occasione ghiotta sul mercato. Gli occhi di Fassone e Mirabelli sarebbero concentrati in particolare sul panorama italiano, con Badelj e Jankto da tempo sul taccuino del 'Diavolo'.

Calciomercato Milan, tutte le possibili piste a centrocampo

Oltre a Biglia, anche il rendimento di Kessie è stato piuttosto altalenante in questa prima parte di stagione. Il Ds Mirabelli vorrebbe correre ai ripari reperendo per il calciomercato Milan un profilo di livello, senza per questo stressare eccessivamente le casse della proprietà cinese. In questo senso resterebbe sotto stretta osservazione Badelj, che non ha ancora rinnovato il contratto in scadenza a giugno con la Fiorentina.

Sul nazionale croato, però, c'è da tenere d'occhio la forte concorrenza della Roma. Un'altra pista che farebbe gola al 'Diavolo' è sicuramente quella che porta a Jankto, uno dei gioielli dell'Udinese di Oddo. Centrocampista polivalente e con il senso del gol, il ceco potrebbe ricoprire varie caselle dello scacchiere milanista. Anche qui, come per Badelj, non mancherebbe la concorrenza con Inter e Juventus in particolare che non perdono di vista il giocatore.

Dall'estero un'ipotesi suggestiva porterebbe a Dembélé, che finora ha avuto poco minutaggio al Tottenham con Pochettino. Restando in Serie A, invece, intrigherebbe e non poco l'opportunità di arrivare a Claudio Marchisio, già accostato l'ultima estate al Milan. Ma sarebbe al momento da escludere un ipotetico e 'clamoroso' addio a gennaio alla Juventus del senatore bianconero, con ogni discorso che verrebbe eventualmente rimandato a giugno se il numero 8 continuasse a giocare con poca continuità alla corte di Allegri.

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)